Famiglie che vivono nell’era digitale

Papa Francesco, in La gioia dell’amore, riflette sull’importanza di concedersi del tempo per far fiorire l’amore.

Dice: “L’amore ha bisogno di tempo disponibile e gratuito, che metta altre cose in secondo piano. Ci vuole tempo per dialogare, per condividere progetti, per ascoltarsi.”

Ma per le famiglie che vivono in un’era digitale questo tempo prezioso è sottoposto a una pressione enorme soprattutto per il rapporto che abbiamo sviluppato con i nostri dispositivi digitali.

Certo, apprezziamo tutti i vantaggi che questa tecnologia comporta. Possiamo accedere subito a notizie e informazioni provenienti da tutto il mondo. Oggi abbiamo più contatti con le persone online che in passato. Possiamo rimanere in contatto con amici e familiari anche quando sono lontani.

Ma questi dispositivi hanno un lato nascosto che può sconvolgere il tessuto stesso della vita familiare. Che questi piccoli gadget che si contendano la nostra attenzione ogni minuto della giornata può sembrare alquanto innocuo. Ma è facile cliccare sulle ultime notizie, controllare le e-mail, guardare un video di un gattino carino… oooh. Questi aggiornamenti incessanti ci distolgono dall’aggiornamento più importante di tutti, quello che si svolge proprio sotto i nostri occhi.

L’ironia è che, mentre siamo sempre più connessi online, non siamo mai stati così disconnessi l’uno dall’altro. E poiché il nostro mondo si evolve sempre più velocemente, il ritmo frenetico della società in cui siamo sempre virtualmente connessi può causare problemi enormi.

Le coppie tornano a casa esauste dopo il lavoro, non hanno voglia di parlare e si rifugiano nelle distrazioni online. E quando una coppia non sa più stare insieme, è più facile fuggire da quella che è diventata una vicinanza scomoda e rifugiarsi in un mondo virtuale non impegnativo, che affrontare le vere sfide della vita familiare.

Con tutte queste pressioni, si è tentati di disconnettersi dal mondo reale e dal nostro vero io. Con i filtri fotografici giusti e alcune informazioni accuratamente selezionate, possiamo creare un personaggio online che piaccia agli altri. E ci piace avere un “like”. In senso letterale.

Ma come dice Papa Francesco, quando si vive in famiglia è difficile fingere o mentire, non possiamo nasconderci dietro una maschera. Dobbiamo confrontarci con noi stessi.

La spiritualità dell’amore familiare è fatta di piccoli gesti quotidiani di tenerezza e di attenzione verso l’altro. Dal dedicarci completamente l’uno all’altro nel condividere le nostre avventure quotidiane, all’offrire un ascolto comprensivo quando gli altri hanno avuto una giornata impegnativa.

Questi piccoli gesti di tenerezza costruiscono il tessuto stesso di una famiglia amorosa e gioiosa, dove Dio ha la propria dimora.

Se solo spegnessimo i nostri telefoni e tablet e ci concedessimo del tempo disponibile e gratuito, troveremmo lo spazio per far fiorire la vera gioia dell’amore.

 

La breve vita del PPI a Traversetolo

Close

1919: CENTO ANNI FA NASCEVA IL PARTITO POPOLARE ITALIANO Don Luigi Sturzo (Caltagirone, 26 novembre 1871 – Roma, 8 agosto 1959) fu ordinato sacerdote il 19 maggio del 1894. La sua attività, vicina ai giovani ed alle realtà sofferenti dell’Italia, lo condusse alla scelta di una partecipazione politica attiva intenta al rinnovamento nazionale. Il suo Impegno civile e politico culminò nel 1919 con la fondazione del Partito Popolare Italiano di cui fu...

Continua...





Avvisi e Comunicazioni

Agenda del Vescovo : Ufficio pastorale familiare della Cei
19 luglio 2019, venerdì ore: Leggi

Appuntamenti diocesani : Campo estivo ACR (1ª- 2ª media) 2019
19 luglio 2019, venerdì ore: Leggi

Appuntamenti diocesani : Campo estivo AC giovanissimi (3ª media –1ª superiore) 2019
19 luglio 2019, venerdì ore: Leggi

Agenda del Vescovo : Messa ai piedi della croce
20 luglio 2019, sabato ore: 11:00 Leggi

Appuntamenti diocesani : Campo estivo AC giovani (2ª-4ª superiore) 2019
20 luglio 2019, sabato ore: Leggi