Grazie Traversetolo!

Dall’esperienza dell’amore ricevuto, la gioia di donarlo a tutti.

maggio 19 , 2018

Dall’esperienza dell’amore ricevuto, la gioia di donarlo a tutti. Grazie Traversetolo!

Colgo volentieri l’invito di don Giancarlo a scrivere qualche riga per questo Giornalino Parrocchiale che tanto apprezzo per i suoi contenuti profondi e per la brillante forma colla quale viene impaginato. La prima parola che mi esce spontanea ed impellente, dalla mente e dal cuore è proprio questa: GRAZIE. Ho già espresso precedentemente la mia gratitudine ai Sacerdoti Monsignor Varesi, don Giuseppe Celeste e monsignor Mario Affolti ai quali debbo l’origine della mia vocazione al Sacerdozio, ma ora sento il bisogno di manifestare la mia sincera gratitudine alla istituzione scolastica per l’educazione basilare ricevuta nelle Scuole Elementari. In particolare sono molto grato alla Maestra Giulia Pietralunga di Parma che ha guidato con sapienza e pazienza materna la nostra classe numerosa e vivace nei primi tre anni. In quarta abbiamo avuto il maestro Fochi, anche lui molto apprezzato ed in quinta abbiamo avuto il grande dono della personalità del maestro Daniele Cisarri che ha lasciato in noi scolari una impronta indelebile.

Ma il grazie più sentito e doveroso è per la mia famiglia: per il papà Igino, grande invalido di guerra, per mamma Iolanda che in tempi difficili come la famosa crisi economica del 1928/1930 hanno acceso 4 volte la scintilla della vita con Ardos (1923), Gianna (1925), Sandrina (1928) e Walter (1930). Nelle foto alcuni ricordi della mia famiglia.

È proprio vero quanto era scritto nello scorso Bollettino Parrocchiale di Aprile che la potenza amorosa di Dio Padre si specchia nella Famiglia con i due miracoli più belli donati all’umanità: LA VITA E L’AMORE nella famiglia. È quanto ho sperimentato io nella mia famiglia: povera, ma ricca di amore e di vitalità. Io che ero l’ultimo ho ricevuto oltre il traboccante amore di mamma e papà, la protezione gelosa dei miei 3 fratelli.

A LORO E A TUTTI VOI, CARISSIMI TRAVERSETOLESI, LA MIA RICONOSCENZA E LA MIA IMPERITURA BENEVOLENZA!.

San Michele Arcangelo in Sivizzano

Close

Le notizie attorno alla chiesa di Sivizzano sono scarsissime, tuttavia la sua dedicazione a San Michele, santo sovente ricordato nelle prime consacrazioni longobarde, indurrebbe a supporre un’epoca di origine molto antica. Della sua presenza però si viene a conoscenza solamente attraverso le decime del 1230. Nel Capitulum Decimarum, all’interno del pievato di san Martino di Traversetolo, si trascrive Capelle de Sivizzano. Stranamente, nel...

Continua...





Avvisi e Comunicazioni

Benedizione della Famiglia
25 maggio, venerdì Leggi

Caritas: Raccolta generi alimentari
25 maggio, venerdì, dalle 15.30 Leggi

Santo Rosario, Venerdì di Preghiera
25 maggio, venerdì, ore 21.00 Leggi

Appuntamenti diocesani : 5° week-end - Formare i formatori...
25 maggio 2018, venerdì ore: 18:30 Leggi

Benedizione della Famiglia
26 maggio, sabato Leggi