« Alzati gli occhi verso i suoi discepoli, Gesù diceva: ' Beati voi poveri, perché vostro è il Regno di Dio ' »

Beato Paolo VI, papa dal 1963 al 1978 - Esortazione apostolica «Gaudete in Domino» (1975)

settembre 13 , 2017
È importante cogliere bene il segreto della gioia inscrutabile che dimora in Gesù, e che gli è propria... Se Gesù irradia una tale pace, una tale sicurezza, una tale allegrezza, una tale disponibilità, è a causa dell'amore ineffabile di cui egli sa di essere amato dal Padre. Fin dal suo battesimo sulle rive del Giordano, questo amore, presente fin dal primo istante della sua Incarnazione, è manifestato: «Tu sei il mio figlio prediletto, in te mi sono compiaciuto» (Lc 3,22). Questa certezza è inseparabile dalla coscienza di Gesù. È una Presenza che non lascia mai solo (Gv 16,32). È una conoscenza intima che lo colma: «Il Padre conosce me e io conosco il Padre» (Gv 10,15). È uno scambio incessante e totale: «Tutte le cose mie sono tue e tutte le cose tue sono mie» (Gv 17,10)... «Tu mi hai amato prima della creazione del mondo» (Gv 17,24). Vi è qui una relazione incomunicabile d'amore, che si identifica con la sua esistenza di Figlio, ed è il segreto della vita trinitaria: il Padre vi appare come colui che si dona al Figlio, senza riserva e senza intermissione, in un impeto di generosità gioiosa, e il Figlio come colui che si dona nello stesso modo al Padre, con uno slancio di gratitudine gioiosa, nello Spirito Santo. Ed ecco che i discepoli, e tutti coloro che credono nel Cristo, sono chiamati a partecipare a questa gioia. Gesù vuole che essi abbiano in se stessi la pienezza della sua gioia (Gv 17,13): «E io ho fatto conoscere loro il tuo nome e lo farò conoscere, perché l'amore col quale mi hai amato sia in essi e io in loro» (Gv 17,26). Questa gioia di dimorare nell'amore di Dio incomincia fin da quaggiù. È quella del Regno di Dio. Ma essa è accordata su di una via scoscesa che richiede una totale fiducia nel Padre e nel Figlio, e una preferenza data al Regno. Il messaggio di Gesù promette innanzi tutto la gioia, questa gioia esigente; non si apre essa attraverso le beatitudini? «Beati, voi poveri, perché vostro è il Regno di Dio. Beati voi che ora avete fame, perché sarete saziati. Beati voi che ora piangete, perché riderete».     

Comunità in cammino

Close

Hai perso un numero del giornalino parrocchiale? Vuoi rileggere un articolo? Tutti le uscite disponibili per il download!

Continua...





Avvisi e Comunicazioni

Agenda del Vescovo : Consiglio episcopale
22 novembre 2019, venerdì ore: Leggi

Agenda del Vescovo : Santa Messa
23 novembre 2019, sabato ore: 17:30 Leggi

Agenda del Vescovo : Incontro con le Caritas parrocchiali
23 novembre 2019, sabato ore: Leggi

Appuntamenti diocesani : Consiglio Pastorale...
23 novembre 2019, sabato ore: 09:30 Leggi

Il Chicco
24 novembre, domenica, ore 15.30 Leggi