« C'era là un uomo che aveva la mano destra inaridita »

Sant'Ambrogio (ca 340-397), vescovo di Milano e dottore della Chiesa - Commento sul vangelo di Luca, V, 39; SC 45, 197

settembre 11 , 2017
Quella mano che Adamo aveva teso per cogliere i frutti dell'albero proibito, il Signore l'ha impregnata con la linfa salutare delle opere buone, affinché, inaridita a causa della colpa, fosse guarita grazie alle opere buone. In quest'occasione Cristo affronta i suoi avversari che, con le loro false interpretazioni, violavano i precetti della Legge; ritenevano che nel giorno del sabato, occorresse riposarsi anche dal compiere le opere buone, mentre la Legge ha prefigurato nel presente l'aspetto del mondo a venire, quando certamente sarà il male a non operare più, non il bene... Hai sentito quindi le parole del Signore: «Stendi la mano!». Ecco il rimedio per tutti. Tu che credi di aver la mano sana, guardati dall'avarizia, sta' attento che il sacrilegio non la paralizzi. Stendila sovente: stendila verso il povero che ti implora, stendila per aiutare il prossimo, per portare soccorso alla vedova, per sottrarre all'ingiustizia colui che vedi esposto a un'umiliazione immeritata; stendila verso Dio per i tuoi peccati. In questo modo si stende la mano; in questo modo verrà guarita.    

Il Natale nei nostri paesi

Close

Curiosità Accostandoci al periodo natalizio abbiamo fatto un viaggio nella storia del nostro paese e delle frazioni per conoscere come, nel tempo, si è vissuto l’avvento al Natale. Un Natale con San Giuseppe Il 16 dicembre 1889 il parroco di Guardasone, don Matteo Tosi, anziano e quasi cieco, chiedeva al Vescovo, Monsignor Giovanni Andrea Miotti (25 settembre 1882 aprile 1893), il consenso a concedere al...

Continua...





Avvisi e Comunicazioni

Caritas - Carrello solidale: aperture di agosto
18 agosto, giovedì Leggi