« C'erano con lui i Dodici e alcune donne »

San Giovanni Paolo II (1920-2005), papa - Allocuzione del 29 aprile 1979

settembre 17 , 2021
     È particolarmente commovente meditare sull'atteggiamento di Gesù verso la donna: egli si dimostrò audace e sorprendente per quei tempi, in cui nel paganesimo la donna era considerata oggetto di piacere, di merce e di fatica, e nel giudaismo era emarginata e avvilita. Gesù mostrò sempre la massima stima e il massimo rispetto per la donna, per ogni donna, e in particolare fu sensibile verso la sofferenza femminile. Oltrepassando le barriere religiose e sociali del tempo, Gesù ristabilì la donna nella sua piena dignità di persona umana davanti a Dio e davanti agli uomini.      Come non ricordare i suoi incontri con Marta e Maria, con la Samaritana, con la vedova di Naim, con la donna adultera, con l'ammalata di emorragia, con la peccatrice in casa di Simone il Fariseo ? « Le sono perdonati i suoi molti peccati poiché ha molto amato » (Lc 7, 47). Il cuore vibra di commozione al solo enumerarli. E come non ricordare, soprattutto, che Gesù volle associare alcune donne ai Dodici, che lo accompagnavano e lo servivano, e gli furono di conforto durante la via dolorosa fin sotto la Croce ? E dopo la risurrezione Gesù apparve alle pie donne e a Maria Maddalena, incaricandola di annunziare ai discepoli la sua Risurrezione. Desiderando incarnarsi ed entrare nella nostra storia umana, Gesù volle avere una Madre, Maria Santissima, ed elevò così la donna al più alto e mirabile fastigio della dignità, Madre di Dio Incarnato, Immacolata, Assunta, Regina del Cielo e della Terra. Perciò voi donne cristiane, come Maria Maddalena e le altre donne del Vangelo, dovete annunziare, testimoniare che Cristo è veramente risorto, che lui è la nostra vera ed unica consolazione! Abbiate quindi cura della vostra vita interiore. (Riferimenti biblici: Lc 10,38-42; Gv 4,1-42; Lc 7,11-17; Gv 8,3-9; Mt 9,20-22; Lc 7,36-50; Lc 8,2-3; Mt 28,8)     

3. L’amore guarisce dall’invidia

Close

Da Siracide 6,5-17 [5] Una bocca amabile moltiplica gli amici, una lingua affabile le buone relazioni. [6] Siano molti quelli che vivono in pace con te, ma tuo consigliere uno su mille. [7] Se vuoi farti un amico, mettilo alla prova e non fidarti subito di lui. [8] C'è infatti chi è amico quando gli fa comodo, ma non resiste nel giorno della tua sventura. [9] C'è anche l'amico che si cambia in nemico e...

Continua...





Avvisi e Comunicazioni

Caritas - Carrello solidale: aperture di giugno
27, 29 e 30 giugno Leggi

Festa del centenario di Fondazione del Gruppo Alpini
10 luglio, domenica Leggi