« Credo, aiutami nella mia incredulità »

Isacco di Siria (VII secolo), monaco nella regione di Mossul - Discorsi ascetici, prima parte, 72

febbraio 20 , 2017
La fede è la porta dei misteri. Ciò che le cose sensibili sono per gli occhi del corpo, così è la fede per gli occhi nascosti dell'animo. Come abbiamo due occhi del corpo, così abbiamo due occhi spirituali dell'animo, secondo i Padri, e ognuno ha la propria visione. Con un occhio vediamo i segreti della gloria di Dio, nascosta negli esseri della creazione, cioè la sua potenza, la sua sapienza, e la sua provvidenza eterna che ci circonda e che comprendiamo quando consideriamo da quale altezza egli ci conduce. Con lo stesso occhio contempliamo anche gli ordini celesti, gli angeli, nostri compagni di servizio (Ap 22,9). Con l'altro occhio contempliamo la gloria della santa natura di Dio, quando egli si degna di farci entrare nei suoi misteri spirituali e apre alla nostra intelligenza l'oceano della fede.    

Don Bosco è venuto a Traversetolo?

Close

Giovanni Melchiorre Bosco, meglio noto come don Bosco (Castelnuovo d'Asti, 16 agosto 1815 – Torino, 31 gennaio 1888), è stato presbitero e pedagogo italiano, fondatore delle congregazioni dei Salesiani e delle Figlie di Maria Ausiliatrice. È stato canonizzato da papa Pio XI nel 1934. Nell’intensa attività spesa a favore dell’educazione giovanile, viaggiò molto e visitò anche Parma più di una volta. La prima visita risale...

Continua...





Avvisi e Comunicazioni

Colletta Alimentare
26 novembre, sabato Leggi

Gruppo Manodopera
27 novembre, domenica Leggi

Harvey
03 dicembre 2022, sabato, ore 21:00 Leggi