« Da quel momento il discepolo la prese nella sua casa »

Beato Guerrico d'Igny (ca 1080-1157), abate cistercense - Omelia 4 per l'Assunzione; SC 202, p. 459

settembre 15 , 2017
Quando Gesù andava per tutte le città e i villagi, predicando il vangelo (Mt 9,35), Maria lo accompagnava, inseparabilmente attaccata ai suoi passi, sospesa alle sue parole appena apriva la bocca per insegnare. A tale punto che né la tempesta della persecuzione, né l'orrore del supplizio hanno potuto farle abbandonare la compagnia di suo Figlio, l'insegnamento del suo Maestro. « Stava presso la croce di Gesù sua madre ». Veramente, è madre, colei che non abbandonava suo Figlio, anche nei terrori della morte. Come avrebbe potuto essere spaventata dalla morte, colei il cui amore è « forte come la morte » (Ct 8,6) anzi più forte della morte? Sì, stava presso la croce di Gesù e il dolore di questa croce crocifiggeva anche lei nel suo cuore; tutte le piaghe che vedeva ferire il corpo di suo Figlio erano altrettante spade che gli trafiggevano l'anima (Lc 2,35). A ragione dunque essa viene proclamata Madre e un protettore ben scelto viene designato per prendersi cura di lei, poiché qui innanzitutto si manifestano l'amore perfetto della madre per il Figlio e la vera umanità che il Figlio aveva ricevuto da sua madre... Gesù « dopo averla amata, la amò sino alla fine » (Gv 13,1). Non soltanto la fine della vita di Gesù è stata per lei, ma anche le sue ultime parole: terminato, per così dire, di dettare il suo testamento, Gesù ha affidato la cura di sua madre al suo più caro erede... Pietro, per parte sua, ricevette la Chiesa, e Giovanni, Maria. Questa sorte spettava a Giovanni come segno dell'amore privilegiato di cui era oggetto, ma anche a motivo della sua castità... Conveniva infatti che nessuno, eccetto il discepolo amato di suo Figlio, rendesse i suoi servigi alla madre del Signore... E mediante questa disposizione provvidenziale, il futuro evangelista avrebbe potuto intrattenersi affabilmente con colei che sapeva ogni cosa, poiché fin dall'inizio, osservava attentamente quanto riguardava suo Figlio, e « serbava tutte queste cose meditandole nel suo cuore » (Lc 2,19).    

Liturgia del giorno

Close

Le letture del giorno secondo il calendario liturgico.

Continua...





Avvisi e Comunicazioni

Madonna del Carmelo
16 luglio, giovedì, ore 07.00 Leggi

L'amor a mi venendo
18 luglio, sabato, ore 17.30 Leggi

Messa Festiva
19 luglio, domenica, ore 10.00 Leggi

Grest ACR
20 luglio, lunedì, ore 8.00 Leggi

San Giacomo
25 luglio, sabato, ore 20.30 Leggi