« Gesù diceva... che bisogna pregare sempre »

San Basilio (ca 330-379), monaco e vescovo di Cesarea in Cappadocia, dottore della Chiesa - Omelie, 5

novembre 12 , 2016
Non occorre ridurre la preghiera alla sola domanda a parole. Dio infatti non ha bisogno che gli teniamo dei discorsi; sa bene, anche se non chiediamo nulla, ciò che ci è utile. Come sarebbe a dire? La preghiera non consiste in formule; congloba tutta la vita. «Sia che mangiate sia che beviate sia che facciate qualsiasi altra cosa, dice l'apostolo Paolo, fate tutto per la gloria di Dio» (1 Cor 10,31). Sei forse a tavola? Prega: prendendo il tuo pane, ringrazia colui che te l'ha dato; bevendo il tuo vino, ricordati di colui che ti ha fatto questo dono per rallegrare il tuo cuore e allievare le tue miserie. Terminato il pranzo, non dimenticare tuttavia il tuo benefattore. Quando ti metti la tunica, ringrazia colui che te l'ha data; quando ti metti il mantello testimonia il tuo affetto a Dio che ci fornisce i vestiti adatti per l'inverno e per l'estate, per proteggere la nostra vita. Al tramonto del giorno, ringrazia colui che ti ha dato il sole per i lavori della giornata e il fuoco per rischiarare la notte e per provvedere ai nostri bisogni. La notte ti fornisce dei motivi di azione di grazia; guardando il cielo e contemplando la bellezza delle stelle, prega il Maestro dell'universo che ha fatto ogni cosa con sapienza. Quando vedi tutta la natura addormentata, adora ancora colui che ci solleva con il sonno da ogni nostra fatica e ci rende con un po' di riposo il vigore delle nostre forze. Allora pregherai senza stancarti, se la tua preghiera non si contenterà di formule e se, al contrario, ti terrai unito a Dio lungo tutta la tua esistenza, in modo da fare dalla tua vita una preghiera incessante.    

Don Giuseppe Celeste

Close

Da giovane Cappellano a Traversetolo nel 1940, agli oltre venticinque anni a S.Andrea Bagni per fare ritorno nel 1967 tra noi, con la cura delle parrocchie di Cazzola, Sivizzano e Torre ma non solo. Preziosa l’opera pastorale a Villa Pigorini-Grossi. Don Giuseppe Celeste ha raggiunto il Paradiso. Lo ha meritato veramente: quasi 104 anni di vita di cui 77 di sacerdozio, interamente speso al servizio di tanti parrocchiani, dai più giovani agli anziani bisognosi di conforto e...

Continua...





Avvisi e Comunicazioni

San Nicola
04 dicembre, domenica, ore 11.00 Leggi