« Il Figlio dell'uomo è Signore del sabato »

Sant'Aelredo di Rievaulx (1110-1167), monaco cistercense inglese - Speculum caritatis I, 19.27; PL 195,522-530

settembre 09 , 2017
Ogni giorno della creazione è grande e mirabile. Nessuno però si può paragonare al settimo giorno: in esso, non ci è proposta alla contemplazione la creazione di una o di un'altra natura: È il riposo stesso di Dio, e la perfezione di tutte le creature. Infatti leggiamo: « Allora Dio nel settimo giorno portò a termine il lavoro che aveva fatto e cessò nel settimo giorno da ogni suo lavoro » (Gen 2, 2). O grande giorno! Insondabile riposo, sabato magnifico! Ah, se tu potessi comprendere! Quel giorno non è tracciato dalla corsa del sole visibile, non comincia con il suo sorgere, non finisce al suo tramonto: non c'è nè mattina, nè sera (cf. Gen 1, 5) ... Ascoltiamo Colui che ci invita al riposo: "Venite a me, voi tutti che siete affaticati e oppressi, e io vi ristorerò" (Mt 11, 28). Questa è la preparazione del sabato. E ora, ecco il sabato stesso: "Prendete il mio giogo sopra di voi e imparate da me che sono mite e umile di cuore, e troverete ristoro per le vostre anime" (11, 29). È questo il riposo, la tranquilità, è questo il vero sabato... Perché questo giogo non affatica, ma unisce; questo fardello ha le ali invece del peso; questo giogo è la carità, questo carico è l'amore fraterno. In esso, ci riposiamo; in esso, facciamo il sabato; in esso, siamo liberati dalla schiavitù... E nel caso in cui la nostra debolezza lasciasse sfuggire qualque colpa, allora la carità coprirà una moltitudine di peccati (1 Pt 4, 8), e la festa del sabato non sarà interrotta. E' giusto dunque che questa liberazione sia riservata al settimo giorno poiché "l'amore di Dio è stato riversato nei nostri cuori per mezzo dello Spirito Santo che ci è stato dato" (Rm 5,5).    

\"Gli angeli di Dio salgono e scendono sul Figlio...

Close

“Credo in un solo Dio..., creatore del cielo e della terra, di tutte le cose visibili e invisibili.” L'esistenza degli esseri spirituali, incorporei, che la Sacra Scrittura chiama abitualmente angeli, è una verità di fede. La testimonianza della Scrittura è tanto chiara quanto l'unanimità della Tradizione. Sant'Agostino dice a loro riguardo: \"La parola \"angelo\" designa l'ufficio, non la natura. Se si chiede il nome di questa...

Continua...





Avvisi e Comunicazioni

Appuntamenti Associazioni, Movimenti, Parrocchie... : Diciamolo in dialetto
23 luglio 2019, martedì ore: 20:30 Leggi

Appuntamenti Associazioni, Movimenti, Parrocchie... : Corsi di meditazione cristiana
23 luglio 2019, martedì ore: 18:00 Leggi

Appuntamenti diocesani : Campo estivo AC giovani (2ª-4ª superiore) 2019
23 luglio 2019, martedì ore: Leggi

Appuntamenti diocesani : Campo estivo ACR (1ª- 2ª media) 2019
23 luglio 2019, martedì ore: Leggi

San Giacomo
(celebrazione annullata) Leggi