« Inviato alle pecore perdute di Israele »

Isacco della Stella (? - ca 1171), monaco cistercense - Sermone 35, 3° per la 2° domenica di Quaresima; SC 207 (trad. it.)

agosto 16 , 2020
« Non sono stato inviato che alle pecore perdute della casa di Israele » In altre parole: Egli è stato inviato a colui al quale è stato promesso. « Ora è appunto ad Abramo e alla sua discendenza che furono fatte le promesse. » (Gal 3,16). La promessa fatta nel tempo si compie nel suo tempo e, per gli ebrei, a cominciare dagli ebrei, come sta scritto: « La salvezza viene dai Giudei » (Gv 4,22). È a loro che Cristo, nato da loro nella carne, è stato inviato alla fine dei tempi; è a loro che era stato promesso all'inizio del tempo, a loro era stato predestinato prima di tutti i tempi. Predestinato per gli ebrei ed i pagani, nato dai soli ebrei senza intermediari nella carne, è stato presentato alla sua nascita nella carne a coloro ai quali era stato promesso. (... ) Ma il nome « Israele » significa « uomo che vede Dio »: si applica dunque di diritto ad ogni spirito ragionevole. In questo senso si può capire che « la casa d'Israele » comprende anche gli angeli, questi spiriti predestinati alla visione di Dio...Mentre queste novantanove pecore (...), sulla montagna della visione e della gioia del loro pastore, ossia del Verbo di Dio, riposano su pascoli erbosi e camminano verso acque tranquille (Sal 23,2), il buon Pastore è disceso dal Padre quando è giunto « il tempo della misericordia » (Sal 102,14). È stato inviato misericordiosamente nel tempo, lui che (...) era stato promesso fin dall'eternità; è venuto a cercare l'unica pecora che si era smarrita (Lc 15,4s). (...) Il buon pastore è stato quindi inviato per consolidare ciò che era rotto, per fortificare ciò che era debole (cfr Ez 34,16). Ciò che era rotto e debole, era il libero arbitrio dell'uomo. In passato, volendo innalzarsi, è caduto; non avendo la forza di sostenersi, è precipitato e si è rotto (...), totalmente incapace di rialzarsi. Consolidato, infine, e riconfortato da Cristo stesso (...), ma non completamente rinvigorito finché non è collocato tra le altre novantanove pecore su pascoli erbosi, è portato tra le braccia del pastore, che: « porta gli agnellini sul seno e conduce pian piano le pecore madri » (Is 40,11).    

Gallery

Close

Una ampia galleria immagini. Sfoglia l'album della tua parrocchia!

Continua...





Avvisi e Comunicazioni