« Io e il Padre siamo una cosa sola »

Santa Teresa d'Avila (1515-1582), carmelitana, dottore della Chiesa - Le Relazioni, 47

maggio 09 , 2017
Il giorno della festa di Sant'Agostino, al momento in cui mi ero appena comunicata, capii, potrei quasi dire «vidi» – non potrei spiegare in quale modo, so soltanto che questo succedeva nel mio intelletto ed era molto veloce – come le tre Persone della Santa Trinità, che porto impresse nella mia anima, sono una cosa sola. Mi è stato mostrato da una rappresentazione proprio straordinaria e in una luce estremamente viva. L'effetto provato dalla mia anima è stato molto differente da quello che produce in noi la visione di fede. Da quel momento non posso pensare a una delle tre Persone divine senza vedere subito che sono tre. Mi chiedo come, poiché la Trinità forma un'unità così perfetta, solo il Figlio si è fatto uomo. Il Signore mi ha fatto capire come, pur essendo una cosa sola, le tre Persone sono distinte. In presenza di tali meraviglie, l'anima prova un nuovo desiderio di sfuggire all'ostacolo del corpo, che le impedisce di goderne. Benché sembrino inaccessibili alla nostra piccolezza, e sembra che la loro visione passi in un attimo, l'anima trae più profitto da esse che da lunghi anni di meditazione, senza paragone e senza saper come.    

News dalla Santa Sede

Close

Le ultime news fornite dall'organismo ufficiale di comunicazione del Vaticano

Continua...





Avvisi e Comunicazioni

Visita alle Famiglie
Venerdì 28 Leggi

Visita alle Famiglie
Venerdì 28 Leggi

Agenda del Vescovo : Consiglio episcopale
28 febbraio 2020, venerdì ore: Leggi

Appuntamenti diocesani : ACI a Parma2020: custodi del creato
28 febbraio 2020, venerdì ore: 18:00 Leggi

Esibizione di ballo liscio del “Gruppo ParmaDanza”
29 febbraio, sabato, ore 16.00 Leggi