« L'avete fatto a me »

Simeone il Nuovo Teologo (ca 949-1022), monaco greco - Capitoli teologici, gnostici e pratici, § 92ss; SC 51, 110

marzo 06 , 2017
Se uno fa l'elemosina a novantanove poveri e poi ingiuria, percuote o respinge uno solo rimasto a mani vuote, su chi ricade tale trattamento se non su colui che ha detto, che non cessa di dire, e che dirà un giorno: «Ogni volta che avete fatto queste cose a uno solo di questi miei fratelli più piccoli, l'avete fatto a me»?... Egli è infatti in ognuno di questi poveri, è colui che è nutrito da noi in ciascuno dei più piccoli. Allo stesso modo, se uno dà oggi a tutti il necessario e domani, mentre può ancora farlo, trascura i suoi fratelli e li lascia morire di fame e di sete e di freddo, è come se avesse disprezzato e lasciato morire colui che ha detto: «Ogni volta che non avete fatto queste cose a uno solo di questi miei fratelli più piccoli, non l'avete fatto a me»... Se Cristo si è degnato di prendere il volto di ogni povero, se si è identificato a tutti i poveri, è perché nessuno tra coloro che credono in lui si innalzasse al di sopra del suo fratello..., ma l'accogliesse come Cristo, lo onorasse e utilizzasse ogni sua risorsa per il suo servizio, così come Cristo ha versato il suo sangue per la nostra salvezza... Forse questo sembrerà penoso a molti e sembrerà loro ragionevole dire: «Chi può fare tutto questo, curare e nutrire quanti ne hanno bisogno e non trascurare nessuno?» Che ascoltino San Paolo dichiarare: «L'amore del Cristo ci spinge al pensiero che uno è morto per tutti e quindi tutti sono morti» (2 Cor 5,14).    

Comunità in cammino

Close

Hai perso un numero del giornalino parrocchiale? Vuoi rileggere un articolo? Tutti le uscite disponibili per il download!

Continua...





Avvisi e Comunicazioni

Visita alle Famiglie
Martedì 14 Leggi

Visita alle Famiglie
Martedì 14 Leggi

Visita alle Famiglie
Mercoledì 15 Leggi

Visita alle Famiglie
Mercoledì 15 Leggi

Visita alle Famiglie
Venerdì 17 Leggi