« Lo seguirono »

San Girolamo (347-420), sacerdote, traduttore della Bibbia, dottore della Chiesa - Omelie sul vangelo secondo Marco ; PL 52, 125-171

gennaio 09 , 2017
« Gesù disse loro : seguitemi, vi farò diventare pescatori di uomini. » Beato mutamento della pesca : Simone e Andrea sono stati pescati da Gesù… Questi uomini sono paragonati a dei pesci, pescati da Cristo, prima di andare a loro volta a pescare altri uomini. « E subito, lasciate le reti, lo seguirono ». La vera fede non conosce indugio ; appena hanno sentito, loro hanno creduto, l’hanno seguito e sono divenuti pescatori. « Subito, lasciate le reti ». Ritengo che, attraverso queste reti, hanno lasciato tutti i vizi della vita di questo mondo… « Andando un poco oltre, vide… anche Giacomo di Zebedèo e Giovanni suo fratello… Li chiamò. Ed essi, lasciato il loro padre sulla barca con i garzoni, lo seguirono. » Qualcuno mi dirà : la fede è audace. Quale indizio avevano, quale segno sublime avevano notato per seguirlo appena chiamati ? Ci rendiamo conto che, secondo ogni evidenza, qualcosa di divino emanava dallo sguardo di Gesù, dall’espressione del suo viso, che induceva quanti guardavano Gesù a voltarsi verso di lui… Perché dico questo ? Per mostrarvi che la parola del Signore operava, e che attraverso anche la minima delle sue parole, egli lavorava alla sua opera : « Egli disse e furono creati » (Sal 148,5) ; con la stessa semplicità, lui ha chiamato e loro hanno seguito... : « Ascolta, figlia, guarda, porgi l’orecchio, dimentica il tuo popolo e la casa di tuo padre ; al re piacerà la tua bellezza » (Sal 44, 11-12). Ascolta bene, fratello, e segui le orme degli apostoli ; ascolta la voce del Salvatore, dimentica tuo padre secondo la carne, e vedi il Padre vero della tua anima e del tuo spirito… Gli apostoli lasciano il loro padre, lasciano la loro barca, lasciano tutte le loro ricchezze ; rinunciano a quanto possiedono. Ma Dio non considera la massa della ricchezza, bensì l’anima che vi rinuncia. Loro che hanno lasciato poche cose avrebbero anche rinunciato, all’occorrenza, a una grande fortuna.     

Una storia a lieto fine per un lieto anno nuovo

Close

Per iniziare positivamente il nuovo anno, raccontiamo una storia che, anche se sorprendente ai nostri giorni, è veramente accaduta a Traversetolo nel 1800. È una testimonianza di quanto, anche nella miseria, fossero accoglienti e buoni di cuore i traversetolesi (per lo meno alcuni). I fatti hanno inizio nel settembre del 1869. In occasione della Sagra del paese, un certo Orlandi Luigi, di professione marionettista, era giunto a Traversetolo ed aveva collocato il...

Continua...





Avvisi e Comunicazioni

Visita alle Famiglie
Venerdì 28 Leggi

Visita alle Famiglie
Venerdì 28 Leggi

Agenda del Vescovo : Consiglio episcopale
28 febbraio 2020, venerdì ore: Leggi

Appuntamenti diocesani : ACI a Parma2020: custodi del creato
28 febbraio 2020, venerdì ore: 18:00 Leggi

Esibizione di ballo liscio del “Gruppo ParmaDanza”
29 febbraio, sabato, ore 16.00 Leggi