« L’uomo, alzatosi, lo seguì »

San Pietro Crisologo (ca 406-450), vescovo di Ravenna, dottore della Chiesa - Discorsi, 30. CCL 24, p. 173-177. PL 52, 284

gennaio 15 , 2022
Fratelli, seduto al suo banco delle imposte, questo povero pubblicano era in una situazione peggiore di quella del paralitico di cui vi ho parlato l’altro giorno, che giaceva sul suo lettuccio (Mc 2,1s). Uno era affetto da una paralisi nel suo corpo; l’altro nella sua anima. Nel primo, tutti le membra erano deformi; nel secondo, il giudizio, nel suo insieme, era nella confusione. Il primo giaceva, prigioniero della sua carne; l’altro era seduto, schiavo nella sua anima e nel suo corpo. Il paralitico soccombeva alle sofferenze suo malgrado. Invece il pubblicano era spontaneamente schiavo dei suoi vizi. Questo, che si riteneva innocente, era accusato di cupidigia dagli altri. Quello, in mezzo alle sue sofferenze, si sapeva peccatore. Uno accumulava guadagni su guadagni, e tutti erano peccati. L’altro cancellava i suoi peccati gemendo nei dolori. Perciò, erano giuste queste parole rivolte al paralitico: « Figliolo, ti sono rimessi i tuoi peccati »; infatti, con le sue sofferenze compensava le sue colpe. Quanto al pubblicano, udì questa parola: « Seguimi », cioè « Otterrai riparazione seguendomi, tu che ti sei smarrito seguendo il denaro ». Sicuramente si dirà: perché il pubblicano, che sembra più colpevole, riceve un dono più grande? Infatti egli diventa subito apostolo… Ha ricevuto lui il perdono; e concede ad altri la remissione dei peccati e illumina tutta la terra con lo splendore della predicazione evangelica. Invece il paralitico è appena ritenuto degno di ricevere il solo perdono. Vuoi sapere perché il pubblicano ha ottenuto grazie più numerose? È perché, secondo la parola dell’apostolo Paolo: « Laddove è abbondato il peccato, ha sovrabbondato la grazia » (Rm 5, 20).     

Comunità in cammino

Close

Hai perso un numero del giornalino parrocchiale? Vuoi rileggere un articolo? Tutti le uscite disponibili per il download!

Continua...





Avvisi e Comunicazioni

Festa del centenario di Fondazione del Gruppo Alpini
10 luglio, domenica Leggi