« Non potete servire a Dio e a Mammona »

San Giovanni Crisostomo (ca 345-407), sacerdote ad Antiochia poi vescovo di Costantinopoli, dottore della Chiesa - Omelia sul Vangelo di San Matteo, 1; PG 57, 294-296

giugno 18 , 2022
Come un medico saggio che informa il malato del bene che avrà se segue i suoi consigli e del pericolo che corre se non lo fa, Cristo ci spinge a scegliere la dolcezza del suo giogo (Mt 11,30) piuttosto che una dura schiavitù, a testimoniargli il nostro amore disprezzando i beni passeggeri. (...) Il male che vi causano le ricchezze, dice, non è soltanto fornire armi ai ladri contro di voi e riempire la vostra mente di spesse tenebre. La grande piaga che fanno è staccarvi dalla beata servitù di Gesù Cristo per rendervi schiavi di un padrone insensibile e inanimato; rompono il legame con Dio e ci tolgono il bene più necessario. (...) « Non potete servire a Dio e al Denaro ». Tremiamo, fratelli, al pensiero che costringiamo Gesù Cristo a parlarci del denaro come di una divinità opposta a Dio ! (...) Però, direte voi, i patriarchi non erano ricchi? Abramo e Giobbe avevano grandi beni: erano meno virtuosi perché vivevano nell'abbondanza? Vi rispondo che non bisogna considerare qui coloro che hanno posseduto ricchezze, bensì coloro che sono stati posseduti da esse. Giobbe era ricco; si serviva del denaro, ma non serviva il denaro, ne era il padrone e non lo schiavo. Se ne serviva per aiutare i poveri (...), considerava i suoi beni come un deposito da gestire, si riteneva come suo dispensatore e non come suo proprietario. (...) Ecco perché non si afflisse quando lo perse.     

Gallery

Close

Una ampia galleria immagini. Sfoglia l'album della tua parrocchia!

Continua...





Avvisi e Comunicazioni

Presentazione di Gesù al Tempio
02 febbraio, giovedì Leggi

Giornata del Malato
03 febbraio, venerdì Leggi

Festa della Ceriola
05 febbraio, domenica Leggi

Caritas - Carrello solidale: aperture di febbraio
6, 7, 8 febbraio Leggi