« Non temere, d'ora in poi sarai pescatore di uomini »

Sant'Antonio di Padova (ca 1195 – 1231), francescano, dottore della Chiesa - Omelie per la domenica e le feste dei santi  

settembre 07 , 2017
«Sulla tua parola getterò le reti». Sull'ordine della grazia celeste, dell'ispirazione soprannaturale dobbiamo gettare le reti della predicazione. Altrimenti, il predicatore getterà invano gli ami delle sue parole. La fede dei popoli non viene ottenuta con dei discorsi dottamente composti, bensì con la grazia della vocazione divina... O fruttuosa umiltà! Quando coloro, che fino ad ora non avevano preso nulla, si fidano della parola di Cristo, prendono una moltitudine di pesci. «Sulla tua parola getterò le reti». Ogni volta che le ho gettate per mio conto, ho voluto tenere per me ciò che appartiene a te. Ho predicato me, e non te; le mie parole e non le tue. Per questo non ho preso nulla. Oppure, se ho preso qualche cosa, non si trattava di pesce ma di rane, capaci di blaterare le mie lode... «Sulla tua parola getterò le reti». Gettare le reti sulla parola di Cristo significa non attribuire nulla a se stessi, bensì attribuire tutto a lui; è vivere conformemente a ciò che predichiamo. Allora si prende una quantità enorme di pesci.    

« Vieni e seguimi »...

Close

Per aver seguito la Parola di Dio, cioè la sua chiamata, spontaneamente e liberamente nella generosità della sua fede, Abramo è divenuto l'amico di Dio (Gc 2,23). Non a motivo di una qualsiasi indigenza il Verbo di Dio si è acquistato l'amicizia di Abramo, essendo lui perfetto fin da principio; « Prima che Abramo fosse, Io sono » disse (Gv 8,58). Era invece perché, lui che è buono, potesse concedere ad Abramo la vita eterna....

Continua...





Avvisi e Comunicazioni

Caritas - Carrello solidale: aperture di luglio
05, 06 luglio 2022 Leggi

Festa del centenario di Fondazione del Gruppo Alpini
10 luglio, domenica Leggi