« Questa è l'opera di Dio: credere in colui che egli ha mandato »

Sant'Ilario di Poitiers (ca 315-367), vescovo, dottore della Chiesa - Trattato sulla Trinità, I, 37-38 (trad. dal breviario)

aprile 27 , 2020
Dipende da te concedere l'oggetto della nostra preghiera, essere presente a quanto si chiede, aprire a chi bussa. La natura è presa da una strana pigrizia e non possiamo capire ciò che ti riguarda per la debolezza della nostra intelligenza. (...) Attendiamo dunque che tu dia slancio agli inizi di questa impresa, causa per noi di trepidazione, che la consolidi con spirito dei profeti e degli apostoli, perché possiamo capire le loro parole nello stesso senso con cui essi le hanno pronunziate e le interpretiamo nel loro significato. Parleremo, infatti, di quanto essi predicarono per tua ispirazione. Annunzieremo cioè te, Dio Eterno, padre dell'Eterno e Unigenito Dio. Confesseremo che tu solo sei senza nascita con l'unico nostro Signore, Gesù Cristo, generato da te fin dall'eternità e da non annoverarsi fra gli dèi. Generato da te, che sei l'unico Dio e non da diversa sostanza. Crederemo che è veramente Dio colui che è nato da te, che sei veramente Dio e Padre. Aprici dunque l'autentico significato delle parole, e donaci luce per comprendere efficacia di parola, vera fede. Fa' che possiamo esprimere ciò che crediamo, (...) che proclamiamo te unico Dio Padre, e l'unico Signore Gesù Cristo. Dacci di celebrarti, (...) onorarti (...), fa' che sappiamo affermare che tu, o Padre, sei Dio insieme al Figlio, e sappiamo predicare la divinità senza errori.    

Don Pietro Viola

Close

Ma la sua “impronta” è stata senz’altro quella di “rappresentare al vivo” il can. 280 del CIC, che nella prima parte, a proposito dell’esercizio del ministero presbiterale, “raccomanda vivamente ai chierici di praticare una consuetudine di vita comune”. E qui il fondamento sacramentale si invera certamente grazie a quella che don Piero amava definire come “una facilitazione” a vivere il ministero...

Continua...





Avvisi e Comunicazioni

Giornata del Malato
03 febbraio, venerdì Leggi

Festa della Ceriola
05 febbraio, domenica Leggi

Caritas - Carrello solidale: aperture di febbraio
6, 7, 8 febbraio Leggi

Falò di Carnevale
18 febbraio, sabato, dalle ore 19.45 Leggi