« Su questa pietra edificherò la mia Chiesa »

San Leone Magno (? - ca 461), papa e dottore della Chiesa - Discorsi, 3, nell'anniversario della sua elezione

febbraio 22 , 2017
Carissimi, la nostra esperienza è questa: ci troviamo deboli e insufficienti nel compiere il servizio del nostro ufficio, perché se bramiamo fare qualcosa con dedizione e diligenza siamo ritardati dalla fragilità della nostra stessa condizione. Tuttavia abbiamo l'incessante favore dell'onnipotente ed eterno Sacerdote. Egli è simile a noi e uguale al Padre. Ha abbassato la divinità alla condizione umana e innalzato l'umanità fino alla condizione divina. Abbiamo ragione di rallegrarci santamente di come ha disposto le cose. Infatti, sebbene abbia delegato la cura delle sue pecorelle a molti pastori, non ha però abbandonato la custodia del gregge amato. Dalla sua eterna ed efficace protezione abbiamo anche ricevuto la difesa dell'autorità apostolica, che non è mai rimasta priva del suo aiuto, e la solidità del fondamento sul quale si innalza tutta la Chiesa. Solidità che non viene mai scossa dall'incombente mole del tempio. Infatti la saldezza di quella fede, che è stata lodata nel principe degli apostoli, è perenne; e come resta saldo ciò che Pietro ha creduto in Cristo, così rimane fermo ciò che Cristo ha fondato in Pietro... Resta dunque l'ordinamento della verità, e il beato Pietro persevera nella solidità ricevuta e non abbandona il timone della Chiesa che gli è stato affidato. Questo infatti, o dilettissimi, è il frutto di quella professione di fede che, ispirata da Dio Padre al cuore dell'Apostolo, oltrepassò tutte le incertezze delle opinioni umane e ricevette la solidità della pietra che da nessun urto umano sarebbe mai stata scossa. In tutta la Chiesa Pietro dice ogni giorno: « Tu sei il Cristo, il Figlio del Dio vivente ».    

Don Giovanni Reverberi

Close

La bella fotografia che qui presentiamo, risale al 1903: un’immagine preziosa che documenta il funerale di don Giovanni Reverberi sacerdote della Chiesa di S. Lorenzo in Guardasone. Figlio di Luigi Reverberi e Margherita Zanettini, Giovanni nacque a Guardasone il 26 settembre 1843, nono di undici figli. Da uno dei fratelli, Battista, discende la famiglia dell’attuale parroco di Traversetolo don Giancarlo Reverberi. Don Giovanni Reverberi dal 1869 fu Cappellano...

Continua...





Avvisi e Comunicazioni

Corso Formazione Volontari
23 settembre, lunedì, ore 20.00 Leggi

Agenda del Vescovo : Messa con seminaristi
23 settembre 2019, lunedì ore: 19:00 Leggi

Agenda del Vescovo : Messa nella festa di S. Matteo
23 settembre 2019, lunedì ore: 11:00 Leggi

Medjugorje
dal 26 al 29 settemebre Leggi

Appuntamenti diocesani : Tenda della Parola...
26 settembre 2019, giovedì ore: 21:00 Leggi