« Tu gli perdonerai »

San Cipriano (ca 200-258), vescovo di Cartagine e martire - I vantaggi della pazienza

novembre 11 , 2019
«La carità è paziente; è benigna la carità... tutto crede, tutto spera, tutto sopporta» (1 Cor 13, 7). L'apostolo Paolo ci fa vedere così che essa può perseverare tenacemente per il fatto che sa sopportare tutto. E altrove dice: «Sopportatevi a vicenda con amore, cercando di conservare l'unità dello Spirito per mezzo del vincolo della pace» (Ef 4, 2). Con ciò ha voluto dimostrare che non si può conservare né l'unità né la pace se i fratelli non si sostengono vicendevolmente con la mutua sopportazione e non serbano il vincolo della concordia con l'aiuto della pazienza. Cosa dire ancora se non di non giurare, né maledire, di non richiedere ciò che ci viene preso, di porgere l'altra guancia a chi ci percuote, di perdonare al fratello che ha peccato, non soltanto settanta volte sette, ma pure di rimettergli tutti i suoi torti, di amare i nemici, di pregare per gli avversari e quanti ci perseguitano. Come riusciremo a compiere tutto questo se non siamo tenacemente pazienti, tolleranti? Questo fece santo Stefano quando, lungi dal gridare vendetta, domandò la grazia per i suoi carnefici dicendo: «Signore, non imputar loro questo peccato» (At 7, 60).    

Gallery

Close

Una ampia galleria immagini. Sfoglia l'album della tua parrocchia!

Continua...





Avvisi e Comunicazioni

Visita alle Famiglie
Martedì 7 Leggi

Visita alle Famiglie
Martedì 7 Leggi

Visita alle Famiglie
Mercoledì 8 Leggi

Visita alle Famiglie
Martedì 14 Leggi

Visita alle Famiglie
Martedì 14 Leggi