Accogliere il Regno di Dio come un bambino

Beato Guerrico d'Igny (ca 1080-1157), abate cistercense - Primo discorso sulla natività (SC 166)

maggio 26 , 2018
Un bambino è nato per noi: il Dio di maestà, annientando se stesso, si è fatto simile non solo al corpo terrestre dei mortali, ma persino all'età dei bambini, segno di debolezza e piccolezza. Beata infanzia, la cui fragilità e semplicità sono più forti e più sapienti di tutti gli uomini! Poiché, in verità, la forza di Dio e la sapienza di Dio compiono qui la loro opera divina attraverso le realtà umane. Sì, la debolezza di questo bambino trionfa sul principe di questo mondo; rompe le nostre catene e ci libera dalla schiavitù. La semplicità di questo bambino, che sembra muta e priva di parola, rende eloquenti le lingue dei bambini; fa loro parlare la lingua degli uomini e quella degli angeli... Questo bambino sembra ignorante, ma è lui che insegna il sapere agli uomini e agli angeli, lui che è in realtà... la Sapienza di Dio e il suo Verbo, la sua Parola. O santa e dolce infanzia, che ridai agli uomini la vera innocenza grazie alla quale ogni età può tornare a una beata infanzia e somigliarti, non per la piccolezza delle membra, ma per l'umiltà del cuore e la dolcezza del comportamento! Sicuramente voi, figli di Abramo, voi che siete così grandi ai vostri occhi..., se non vi convertite e non diventate come questo bambino, non entrerete nel Regno dei cieli. "Io sono la porta del Regno", dice questo bambino. Se l'altezza degli uomini non si abbassa, quest'umile porta non li lascerà entrare. (Riferimenti biblici: Is 9,5; 1Cor 1,24; Gv 12,31; Sap 10,21; 1Cor 13,1; Sal 94,10; Mt 18,3-4; Gv 10,9)    

All'opera!

Close

Se accostiamo una conchiglia all’orecchio e aspettiamo, sentiremo in lontananza il mormorio del mare. Ma se ascoltiamo ancora più attentamente, senza stancarci, troveremo qualcosa di più raro e segreto, perché in quel rumore leggero e ritmico, come in ogni suono della natura, si nasconde una storia. Questa storia ha per protagonista una bambina: potresti essere tu, ma noi per comodità la chiameremo Sofia. Un giorno Sofia aprì gli occhi e si...

Continua...





Avvisi e Comunicazioni

Visita alle Famiglie
Venerdì 3 Leggi

Visita alle Famiglie
Venerdì 3 Leggi

Visita alle Famiglie
Martedì 7 Leggi

Visita alle Famiglie
Martedì 7 Leggi

Visita alle Famiglie
Mercoledì 8 Leggi