Agire come Abramo

San Giovanni Crisostomo (ca 345-407), sacerdote ad Antiochia poi vescovo di Costantinopoli, dottore della Chiesa - Discorsi sulla Genesi, 36; PG 53, 339

aprile 10 , 2019
Guardando alla promessa e lasciando da parte ogni prospettiva umana, sapendo che Dio è capace di opere che superano la natura, Abramo ha confidato nella parola rivolta a lui, non ha lasciato nessun dubbio nel suo spirito né ha esitato sul senso da dare alla parola di Dio. È infatti il proprio della fede confidare nella potenza di colui che ci ha fatto una promessa... Dio aveva promesso ad Abramo che una posterità innumerevole sarebbe nata da lui. Questa promessa superava le possibilità della natura e le mire meramente umane; per questo la fede che ebbe in Dio “gli fu accreditata come giustizia” (Gen 15,6; Gal 3,6). Ebbene, se siamo vigilanti, vedremo che ci sono state fatte delle promesse ancor più meravigliose e che la loro realizzazione supererà di gran lunga quanto può sognare un pensiero umano. E per giungere a questi beni dobbiamo soltanto fidarci nella potenza di colui che ci ha fatto questa promessa, per meritare la giustificazione che viene dalla fede e ottenere i beni promessi. Infatti tutti questi beni che speriamo superano ogni concezione umana, ogni pensiero, tale è la magnificenza di quello che ci è stato promesso! Infatti queste promesse non riguardano solo il presente, lo sviluppo della nostra vita e il godimento dei beni visibili, bensì riguardano anche il tempo in cui avremo lasciato questa terra, in cui i nostri corpi saranno stati soggetti alla corruzione, quando le nostre spoglie saranno state ridotte in polvere. Allora Dio ci promette che li risusciterà e li stabilirà in una gloria magnifica: “È necessario infatti, assicura i beato Paolo, che questo corpo corruttibile si vesta di incorruttibilità e questo corpo mortale si vesta di immortalità” (1Cor 15,53). Per di più abbiamo ricevuto la promessa che, dopo la risurrezione dei nostri corpi, godremo del Regno e beneficeremo per i secoli senza fine, in compagnia dei santi, di quei beni ineffabili “che occhio non vide, né orecchio udì né mai entrarono in cuore di uomo” (1 Cor 2,9). Vedi la sovrabbondanza delle promesse? Vedi la grandezza di questi doni?    

Amatrice

Close

Nei primi giorni di giugno i giovani della parrocchia di Traversetolo hanno fatto visita alla comunità di Amatrice per donare il ricavato di tante iniziative di beneficienza realizzate in oltre sei mesi di attività. Il viaggio per raggiungere le zone terremotate è giunto a conclusione di un lungo percorso iniziato nell’ottobre 2017 quando Laura Banzi, una delle catechiste dei giovani traversetolesi, aveva conosciuto don Savino D’Amelio, parroco di Amatrice e...

Continua...





Avvisi e Comunicazioni

Appuntamenti Associazioni, Movimenti, Parrocchie... : Diciamolo in dialetto
23 luglio 2019, martedì ore: 20:30 Leggi

Appuntamenti Associazioni, Movimenti, Parrocchie... : Corsi di meditazione cristiana
23 luglio 2019, martedì ore: 18:00 Leggi

Appuntamenti diocesani : Campo estivo AC giovani (2ª-4ª superiore) 2019
23 luglio 2019, martedì ore: Leggi

Appuntamenti diocesani : Campo estivo ACR (1ª- 2ª media) 2019
23 luglio 2019, martedì ore: Leggi

San Giacomo
(celebrazione annullata) Leggi