"Alla vista della città, Gesù pianse su di essa"

Origene (ca 185-253), sacerdote e teologo - Omelie su Luca, 38, PG 13, 1896-1898

novembre 23 , 2017
Quando il nostro Signore e Salvatore fu vicino a Gerusalemme, alla sua vista, pianse su di essa: "Se avessi compreso anche tu, in questo giorno, la via della pace. Ma ormai è stata nascosta ai tuoi occhi. Giorni verrano per te in cui i tuoi nemici ti cingeranno di trincee"... Forse qualcuno dirà: "Il senso di queste parole è chiaro; difatti, si sono realizzate riguardo a Gerusalemme; l'esercito romano l'ha assediata e devastata fino allo sterminio, e verrà il tempo in cui non resterà pietra su pietra che non venga distrutta". Non nego che Gerusalemme sia stata distrutta a causa del suo accecamento, eppure faccio la domanda: questi pianti non riguardavano forse la nostra Gerusalemme? Infatti la Gerusalemme sulla quale Gesù pianse, siamo noi, che immaginiamo di avere uno sguardo così penetrante. Se, una volta istruito dai misteri della verità, dopo aver ricevuto la parola del vangelo e l'insegnamento della Chiesa e quando gli è stata data la visione dei misteri di Dio, uno fra di noi pecca, provocherà lamenti e pianti; infatti non si piange sui pagani, bensì su colui che, dopo aver fatto parte di Gerusalemme, se ne è separato. Lacrime sono versate sulla nostra Gerusalemme perché a causa dei suoi peccati, "i nemici la cingeranno", cioè le forze avverse, gli spiriti cattivi. Alzeranno contro di essa trincee; la assedieranno e non lasceranno "pietra su pietra". Questo succede quando, dopo una lunga continenza e più anni di castità, un uomo soccombe, vinto dalle seduzioni della carne... Ecco dunque la Gerusalemme sulla quale sono sparse le lacrime.    

Traversetolo riscopre le sue origini

Close

È di questi giorni (aprile 2017 n.d.r) la notizia del rinvenimento nello scavo della nuova area destinata alla costruzione del supermercato Conad, nella zona artigianale in prossimità della rotonda su via Bora, di alcune tracce di un antichissimo insediamento preistorico. Anche se la Soprintendenza di Archeologia di Parma non ha rilasciato alcuna dichiarazione, le ipotesi più concrete farebbero supporre si tratti di una terramara dell’eneolitico,...

Continua...





Avvisi e Comunicazioni

Visita alle Famiglie
Venerdì 3 Leggi

Visita alle Famiglie
Venerdì 3 Leggi

Visita alle Famiglie
Martedì 7 Leggi

Visita alle Famiglie
Martedì 7 Leggi

Visita alle Famiglie
Mercoledì 8 Leggi