"Allora rientrò in se stesso e disse: '... io qui muoio di fame! Mi leverò e andrò da mio padre'"

Isacco della Stella (? - ca 1171), monaco cistercense - Secondo discorso per Tutti i Santi § 13-20

marzo 03 , 2018
"Beati quelli che piangono perché saranno consolati" (Mt 5,5). Con queste parole il Signore vuol farci capire che la strada per la gioia è il pianto. Attraverso la desolazione si va alla consolazione, è perdendo la propria vita che la si trova, gettandola che la si possiede, odiandola che la si ama, disprezzandola che la si conserva (cfr Lc 9,23ss). Se vuoi conoscere te stesso e saperti controllare, entra in te e non cercarti fuori di te... Peccatore, rientra in te, là dove tu esisti veramente: nel tuo cuore. Esternamente sei un animale, ad immagine del mondo fuori di te...; dentro, sei un uomo, a immagine di Dio (Gen 1,26), quindi capace di essere deificato. Per questo, fratelli, l'uomo che rientra in se stesso non si scoprirà forse lontano, come il figlio prodigo, in una regione sconosciuta, in una terra straniera, dove si siede e piange al ricordo del padre e della patria?... "Adamo, dove sei?" (Gen 3,9) Forse ancora nell'ombra per non veder te stesso: metti insieme delle foglie di vanità per coprire la tua vergogna (Gen 3,7), guardando ciò che è intorno a te e ciò che è tuo, poiché i tuoi occhi sono ben aperti su tali cose. Ma, guardati dentro, piuttosto: è là che si trova la vera tua vergogna. E' evidente, fratelli: noi viviamo fuori di noi... Ecco perché la Sapienza ha a cuore sempre di invitare in una casa in pianto piuttosto che in una casa in festa (Eccl 7,3), cioè richiama in se stesso l'uomo che era fuori di sé, dicendogli: "Beati coloro che piangono" e in un altro passo: "Guai a voi che ora ridete" (Lc 6,25)... Fratelli miei, gemiamo davanti al Signore: la sua bontà lo porti a perdonarci... Beati coloro che piangono, non perché piangono, ma perché saranno consolati. Il pianto è la strada; la consolazione la beatitudine.    

Gesù Cristo dona se stesso come cibo...

Close

I frutti della Comunione: Ricevere l'Eucaristia nella Comunione reca come frutto principale l'unione intima con Cristo Gesù. Il Signore infatti dice: «Chi mangia la mia Carne e beve il mio Sangue dimora in me e io in lui» ( Gv 6,56 ). La vita in Cristo ha il suo fondamento nel banchetto eucaristico: «Come il Padre, che ha la vita, ha mandato me e io vivo per il Padre, così anche colui che mangia di me vivrà per me» ( Gv 6,57 )....

Continua...





Avvisi e Comunicazioni

Agenda del Vescovo : Messa a Santa Maria del Piano
21 settembre 2019, sabato ore: 08:00 Leggi

Appuntamenti diocesani : Come sigillo sul cuore
21 settembre 2019, sabato ore: 17:00 Leggi

Porte aperte
22 settembre, domenica, dalle ore 10.00 Leggi

Incontro di preghiera del gruppo mariano "il chicco"
22 settembre, domenica, ore 15.30 Leggi

Agenda del Vescovo : Incontro con i cresimandi
22 settembre 2019, domenica ore: 16:00 Leggi