"Alzatevi e levate il capo" (Lc 21,28)

San Teodoro Studita (759-826), monaco a Costantinopoli - Catechesi 28

novembre 26 , 2020
Come mai non ritornate alla ragione (cf. 2 Tm 2,26), voi che siete nella desolazione? Come mai non correte, voi che arrancate? Sì, sì, ve lo chiedo, carissimi! Lo vedi, verrà certamente la morte per te; se non sei sicuro di passare il giorno di oggi, è assolutamente certo che domani morirai. Che gioia sarà e quanto grande, quando uscirai da questo mondo ed andrai a stabilirti nelle regioni celesti, in Dio, nella luce inaccessibile (cf. 1 Tm 6,16), nel giorno che non conosce tramonto, nella felicità ineffabile, nella gloria inconcepibile, nelle dimore dei santi, l'atrio del Signore (cf. Sal 84,3), la chiesa dei primogeniti (cf. Eb 12,23), il seno di Abramo (cf. Lc 16,22), il paradiso tutto bellezza e virtù, la stanza nuziale che non è fatta da mano d'uomo, i beni invisibili, l'inaudito delle nostre aspirazioni, l'indicibile dei nostri desideri, i cori degli angeli, l'assemblea dei profeti, le apoteosi degli apostoli, il palazzo del re del cielo, la città del Dio di Giacobbe (cf, Is 2,3). Chi vedrai là? Chi ci sarà? La signora del mondo e la madre di Dio nostra Signora, le potenze invisibili, le dignità, cherubini e serafini, le armate e gli ordini dei sacerdoti e dei santi, le coorti, che non si possono nominare e che non hanno nome, abitanti di questi luoghi, infine la beata e pura Trinità stessa. Ti incanta tutto ciò, fratello mio? Forte di tutto questo, anche se ti sbranano, senti ferite? Cosa? Per un piccolo dolore, un imprevisto, una punizione, per la sete o qualche mancanza nel cibo, ci lasceremo abbattere? Assolutamente no! E così Cristo nostro Dio ci custodirà, figli carissimi, e farà penetrare nei vostri santi cuori la mia indegna esortazione; li fortificherà, li illuminerà e li santificherà.     

« Mia madre e i miei fratelli »...

Close

Mentre il capo e il corpo formano insieme un'unità organica reale, la Chiesa sta accanto a Cristo come una persona indipendente. In quanto Figlio del Padre eterno, Cristo viveva prima del principio dei tempi e prima di ogni esistenza umana. Poi, per il fatto della creazione, l'umanità viveva prima che Cristo avesse assunto la sua natura e si fosse integrato in essa. Ma per mezzo della sua Incarnazione, egli le ha portato la sua vita divina; con la sua opera di...

Continua...





Avvisi e Comunicazioni

Colletta Alimentare
26 novembre, sabato Leggi

Gruppo Manodopera
27 novembre, domenica Leggi

Harvey
03 dicembre 2022, sabato, ore 21:00 Leggi