"Beati gli occhi che vedono ciò che voi vedete"

San Carlo Borromeo (1538-1584), vescovo - Lettera pastorale

dicembre 04 , 2018
Ecco, miei diletti, questo tempo celebrato con tanto fervore, e, come dice lo Spirito Santo, tempo del favore divino (Is 61,2; Lc 4,19), periodo di salvezza, di pace e di riconciliazione; tempo invocato con ardente desiderio dai voti e dalle aspirazioni pressanti degli antichi profeti e patriarchi, e che è stato visto infine dal giusto Simeone con una gioia traboccante (Lc 2,26s). Poiché è stato sempre celebrato dalla Chiesa con tanto fervore, anche noi dobbiamo trascorrerlo religiosamente nelle lodi e azioni di grazie rivolte all'eterno Padre per la misericordia che ha manifestato in questo mistero.       Il fatto che venga rivissuto ogni anno dalla Chiesa ci esorta a rinnovare incessantemente il ricordo di tanto amore verso di noi. Esso ci insegna anche che l'avvento di Cristo non ha giovato soltanto a coloro che vivevano all'epoca del Salvatore, ma che la sua forza doveva essere comunicata anche a noi tutti; sempre che noi vogliamo, per mezzo della fede e dei sacramenti, accogliere la grazia che Egli ci ha meritata e dirigere la nostra vita secondo questa grazia nell'obbedienza a Lui.    

Amatrice

Close

Nei primi giorni di giugno i giovani della parrocchia di Traversetolo hanno fatto visita alla comunità di Amatrice per donare il ricavato di tante iniziative di beneficienza realizzate in oltre sei mesi di attività. Il viaggio per raggiungere le zone terremotate è giunto a conclusione di un lungo percorso iniziato nell’ottobre 2017 quando Laura Banzi, una delle catechiste dei giovani traversetolesi, aveva conosciuto don Savino D’Amelio, parroco di Amatrice e...

Continua...





Avvisi e Comunicazioni

San Lorenzo
10 agosto, mercoledì, ore 21.00 Leggi