"Chi s'abbasserà sarà innalzato"

Isacco di Siria (VII secolo), monaco nella regione di Mossul - Discorsi ascetici, prima serie n. 49

febbraio 27 , 2018
La provvidenza di Dio, che veglia a dare a ciascuno ciò che è bene, ci ha portato ogni cosa per condurci all'umiltà. Poiché se t'inorgoglisci delle grazie della provvidenza, questa ti abbandona e tu ricadi... Sappi dunque che non è merito tuo o della tua virtù resistere alle tendenze cattive, ma della sola grazia di Dio che ti tiene nella sua mano, purché tu non abbia paura... Gemi, piangi, ricordati delle tue colpe al tempo della prova per essere liberata dall'orgoglio e acquistare l'umiltà. Tuttavia non disperare. Prega Dio umilmente di perdonarti i peccati. L'umiltà, anche senza le opere, cancella molte colpe. Al contrario, le opere senza di lei non servono a nulla; anzi ci preparano persino dei mali. Ottieni dunque con l'umiltà il perdono delle tue ingiustizie. Ciò che il sale è per ogni cibo, l'umiltà lo è per ogni virtù. Può annientare la forza di molti peccati... Se la possediamo, fa di noi dei figli di Dio, e ci conduce a Dio senza neanche l'aiuto delle opere buone. Ecco perché al di fuori di lei tutte le nostre opere sono vane, sono vane tutte le virtù e sono vane tutte le pene.     

\"Ogni albero infatti si riconosce dal suo...

Close

Nella creazione Dio comandò alle piante di produrre i loro frutti, ognuna «secondo la propria specie» (Gn 1, 11). Lo stesso comando rivolge ai cristiani, che sono le piante vive della sua Chiesa, perché producano frutti di devozione, ognuno secondo il suo stato e la sua condizione. La devozione deve essere praticata in modo diverso dal gentiluomo, dall'artigiano, dal domestico dal principe, dalla vedova, dalla donna non sposata e da quella coniugata....

Continua...





Avvisi e Comunicazioni

Visita alle Famiglie
Martedì 7 Leggi

Visita alle Famiglie
Martedì 7 Leggi

Visita alle Famiglie
Mercoledì 8 Leggi

Visita alle Famiglie
Martedì 14 Leggi

Visita alle Famiglie
Martedì 14 Leggi