Ciò che piace a Dio

San Vincenzo de' Paoli (1581-1660), sacerdote, fondatore di comunità religiose - Colloqui con le Figlie della Carità, 11/07/1650 (Conferenza dell'11 luglio fra il 1646 e il 1650)

agosto 13 , 2019
Sorelle, immaginate il piacere che Dio prova nel considerare un'anima attenta a fargli piacere, premurosa a offrirgli ciò che sta per fare? Ah! Non è pensabile, sorelle, ed è ben a ragione che si dice che ciò dà gioia a Dio. Oh! Sì, è proprio la sua gioia, il suo piacere, sono le sue delizie. E' come quando un bambino ha voglia di portare a suo padre tutto quanto gli si regala; se qualcuno gli regala qualcosa, non si ferma finché non ha trovato suo padre: "Tieni, papà, guarda cosa ho; m'hanno regalato questo; ho fatto quest'altro". E il padre prova un piacere indicibile a vedere la docilità del bambino, i segni del suo affetto e della sua figliolanza. Allo stesso modo, sorelle, è per Dio, e molto di più. Quando un'anima fin dal mattino gli dice: "Mio Dio, ti offro tutto quanto mi capiterà oggi", e poi, nei momenti particolari che si presentano di azioni o di sofferenze, ella dà uno sguardo alla divina Maestà per dirgli silenziosamente: "Guarda, mio Dio, cosa sto per fare per amore tuo; questo incontro è difficile da sopportare, ma per amor tuo nulla mi è impossibile"; allora, figlie mie, Dio aumenta la grazia, nella misura in cui la sua bontà vede l'uso che l'anima ne fa, e se lei oggi ha avuto la forza di superare una difficoltà, domani ne avrà per superarne un'altra o molte ben più grandi e difficili.     

La Sacra Bibbia

Close

Leggi la Bibbia online, direttamente sul sito della tua parrocchia

Continua...





Avvisi e Comunicazioni

Visita alle Famiglie
Martedì 14 Leggi

Visita alle Famiglie
Martedì 14 Leggi

Visita alle Famiglie
Mercoledì 15 Leggi

Visita alle Famiglie
Mercoledì 15 Leggi

Visita alle Famiglie
Venerdì 17 Leggi