"Come mai questo tempo non sapete giudicarlo?"

Sant'Agostino (354-430), vescovo d'Ippona (Africa del Nord) e dottore della Chiesa - Discorso 109; PL 38,636 (Nuova Biblioteca Agostiniana)

ottobre 26 , 2018
Abbiamo udito il Vangelo in cui il Signore rimprovera coloro che sanno giudicare l'aspetto del cielo e non sanno scoprire il tempo in cui la fede c'insegna che il regno dei cieli si avvicina. Orbene, egli parlava così ai giudei, ma la sua parola è giunta anche fino a noi. Lo stesso nostro Signore Gesù Cristo cominciò la predicazione del suo Vangelo dicendo: "Convertitevi, perché il regno dei cieli è vicino" (Mt 4,17). Allo stesso modo cominciò anche Giovanni, il battezzatore e suo precursore: "Convertitevi, perché il regno dei cieli è vicino!" (Mt 3,2). Anche adesso il Signore rimprovera coloro che, all'avvicinarsi del regno di Dio, rifiutano di fare penitenza. ... Dio solo sa quando verrà la fine del mondo; adesso tuttavia è il tempo della fede. ... Per ciascuno di noi il tempo della fine è vicino giacché siamo mortali. Camminiamo in mezzo ai pericoli di cadere. Se fossimo di vetro, avremmo meno paura di cadere. Che cosa è più fragile d'un recipiente di vetro? Eppure si conserva e dura per secoli. Sebbene infatti si abbia paura delle cadute per un recipiente di vetro, per esso non si ha paura della vecchiaia e della febbre. Noi dunque siamo più fragili e più deboli, poiché proprio a causa della nostra fragilità non solo abbiamo ogni giorno paura degli accidenti che non han tregua nelle vicende umane, ma anche se non ci capitano delle disgrazie, il tempo tuttavia passa; si può evitare un colpo, si può forse evitare la morte? Si evitano gli eventi esterni, si possono forse allontanare le malattie che hanno origine dentro di noi? Talvolta una malattia qualsiasi ci assale all'improvviso; insomma, per quanto uno venga risparmiato, all'ultimo, quando arriverà la vecchiaia, non c'è possibilità alcuna di rinviarla.    

14. La dimensione erotica dell’amore

Close

Salmo 16 Proteggimi, o Dio: in te mi rifugio. [2] Ho detto al Signore: «Il mio Signore sei tu, solo in te è il mio bene». [3] Agli idoli del paese, agli dèi potenti andava tutto il mio favore. [4] Moltiplicano le loro pene quelli che corrono dietro a un dio straniero. Io non spanderò le loro libagioni di sangue, né pronuncerò con le mie labbra i loro nomi. [5] Il Signore è mia parte di...

Continua...





Avvisi e Comunicazioni

Corso Formazione Volontari
23 settembre, lunedì, ore 20.00 Leggi

Agenda del Vescovo : Messa con seminaristi
23 settembre 2019, lunedì ore: 19:00 Leggi

Agenda del Vescovo : Messa nella festa di S. Matteo
23 settembre 2019, lunedì ore: 11:00 Leggi

Medjugorje
dal 26 al 29 settemebre Leggi

Appuntamenti diocesani : Tenda della Parola...
26 settembre 2019, giovedì ore: 21:00 Leggi