Costruire sulla roccia

Sant'Agostino (354-430), vescovo d'Ippona (Africa del Nord) e dottore della Chiesa - Commento al vangelo di Giovanni, n° 7

dicembre 01 , 2016
E' una gran cosa che il Signore abbia mutato il nome di Simone, e di Simone abbia fatto Pietro (Gv 1,42)? “Pietro” deriva da “pietra”, "roccia", e la roccia è la Chiesa: nel nome di Pietro, dunque, era raffigurata la Chiesa. Chi è più sicuro di colui che costruisce sulla roccia? Il Signore stesso lo dice: “Chiunque ascolta queste parole che io vado dicendo e le mette in pratica, può paragonarsi ad un uomo accorto che ha costruito la sua casa sulla roccia; è caduta la pioggia, son scesi i torrenti, hanno soffiato i venti e si sono scatenati contro quella casa, ed essa non è crollata; perché era stata costruita sulla roccia...” A che giova entrare nella Chiesa quando si vuol costruire sulla sabbia? Poiché ascoltando e non facendo, uno costruisce sulla sabbia. Chi non ascolta non costruisce; chi, invece, ascolta costruisce. L'importante è sapere su che cosa. Chi ascolta e fa, costruisce sulla roccia; chi ascolta e non fa, sulla sabbia. Ci sono due modi di costruire: sulla roccia e sulla sabbia... Se pensi di ascoltare senza mettere in pratica, costruisci, ma costruisci per la rovina... Se nemmeno ascolti, ti troverai indifeso di fronte alla prova, che ti abbatterà... Sappia quindi la vostra Carità che chi ascolta e non mette in pratica, non costruisce sulla roccia, e non appartiene a quel grande nome cui il Signore attribuisce tanta importanza.    

Liturgia del giorno

Close

Le letture del giorno secondo il calendario liturgico.

Continua...





Avvisi e Comunicazioni

Incontro con i genitori
06 ottobre, giovedì, ore 20.30 Leggi

Caritas - Carrello solidale: aperture di ottobre
5 e 6 ottobre Leggi

Rosario CVS
07 ottobre, venerdì, ore 17.25 Leggi

San Donnino
09 ottobre, domenica, ore 10.00 Leggi