"Costui non è quel tale che ci perseguitava?" (At 9,21)

San Cirillo di Gerusalemme (313-350), vescovo di Gerusalemme e dottore della Chiesa - Catechesi 10

gennaio 25 , 2019
"Noi non predichiamo noi stessi; ma Cristo Gesù Signore; quanto a noi, siamo i vostri servitori per amore di Gesù" (2 Cor 4,5). Chi è dunque questo testimone che annunzia Cristo? Proprio colui che prima lo perseguitava. Grande meraviglia! Il persecutore di prima, eccolo che annunzia Cristo. Perché? Sarà forse stato comprato? Ma nessuno avrebbe potuto convincerlo in tal modo. Forse l'ha accecato la vista di Cristo su questa terra? Gesù era già salito in cielo. Saul era uscito da Gerusalemme per perseguitare la Chiesa di Cristo e, tre giorni dopo, a Damasco, il persecutore è divenuto predicatore. Per quale influenza? Altri citano come testimoni in favore dei loro amici gente della loro parte. Io, invece, ti ho dato come testimone uno che prima era nemico. Dubiti ancora? Grande è la testimonianza di Pietro e Giovanni ma... erano proprio della casa. Quando il testimone, un uomo che dopo morrà per causa di Cristo, è colui che prima era nemico, chi potrebbe ancora dubitare del valore della sua testimonianza? Io sono proprio in ammirazione davanti al piano dello Spirito...: Concede a Paolo che era persecutore, di scrivere le sue quattordici lettere... Siccome non si può contestare il suo insegnamento, ha concesso a colui che era prima il nemico e il persecutore di scrivere più di Pietro e Giovanni. In questo modo, la fede di noi tutti può essere consolidata. Riguardo a Paolo infatti, tutti si meravigliavano e dicevano: "Ma costui non è quel tale che a Gerusalemme infieriva contro di noi, ed era venuto qua precisamente per condurci in catene?" (At 9,21) Non meravigliatevi, dice Paolo. Lo so bene, "duro è per me ricalcitrare contro il pungolo" (At 26,14). "Non sono degno neppure di essere chiamato apostolo" (1 Cor 15,9); "mi è stata usata misericordia perché agivo senza saperlo" ... "La grazia del Signore nostro ha sovrabbondato" (1 Tm 1,13-14).    

Oratorio di San Geminiano in Vignale

Close

Quello che oggi è ricordato come oratorio, come si conferma nelle diverse Visite Pastorali, era anticamente la chiesa del primitivo nucleo abitato di Vignale. Anche se non vi sono documenti probanti tale affermazione, si possono suggerire alcune considerazioni in merito. San Geminiano, vescovo di Modena nel IV secolo, è ricordato nella stessa città quale santo protettore. Scarse sono le dedicazioni a San Geminiano nel Parmense: quella di Vignale e la pieve di...

Continua...





Avvisi e Comunicazioni

Agenda del Vescovo : Visita a Villa S. Ilario
19 settembre 2019, giovedì ore: Leggi

Agenda del Vescovo : Visita a San Demetrio (AQ)
20 settembre 2019, venerdì ore: 08:00 Leggi

Appuntamenti diocesani : Incontro responsabili parrocchiali ACI
20 settembre 2019, venerdì ore: 18:30 Leggi

Appuntamenti diocesani : Come sigillo sul cuore
20 settembre 2019, venerdì ore: 17:00 Leggi

Agenda del Vescovo : Messa a Santa Maria del Piano
21 settembre 2019, sabato ore: 08:00 Leggi