"Dai giorni di Giovanni il Battista fino ad ora, il regno dei cieli soffre violenza"

Beato Guerrico d'Igny (ca 1080-1157), abate cistercense - 2° discorso su S. Giovanni Battista (cfr SC 202)

dicembre 09 , 2021
"Qualcuno lottò con Giacobbe fino all'alba... e Giacobbe gli disse: 'Non ti lascerò andare finché non mi avrai benedetto'" (Gen 32,25). 27) Per voi, fratelli miei, che vi siete impegnati a prendere d'assalto il cielo e che avete ingaggiato una lotta con l'angelo incaricato di custodire l'accesso all'albero della vita (Gn 3,24), per voi è assolutamente necessario lottare con costanza e tenacia..., non solo fino alla paralisi dell'anca..., ma alla morte del vostro essere carnale. Tuttavia, la vostra ascesi può riuscire solo se il potere divino vi tocca e vi dà la grazia... Non ti sembra di lottare con l'angelo, o piuttosto con Dio stesso, quando ogni giorno si oppone ai tuoi desideri più ardenti? Tu gridi a lui e lui non ti ascolta. Vuoi avvicinarti a lui e lui ti spinge via. Tu decidi qualcosa e lui fa accadere il contrario. Così, sotto quasi tutti i punti di vista, ti combatte con mano rude. O bontà nascosta, travestita da durezza, con quale tenerezza, Signore, combatti coloro per i quali combatti! Puoi "nasconderlo nel tuo cuore", ma "io so che tu ami coloro che ti amano", e che "l'abbondanza di bontà che hai in serbo per coloro che ti temono" è senza limiti (Giobbe 10,13; Prov 8,17; Sal 30,20). Allora, fratello, non disperare, agisci con coraggio, tu che ti sei impegnato a lottare con Dio! Infatti, gli piace quando gli fai violenza, vuole che tu vinca su di lui. Anche quando è irritato e allunga il braccio per colpire, cerca, come dice lui stesso, un uomo come Mosè che possa resistergli... Geremia cercò di resistergli, ma non poté trattenere la sua rabbia implacabile, la sua sentenza inflessibile; per questo scoppiò in lacrime, dicendo: "Sei stato più forte di me, e hai prevalso" (20,7).     

San Martino ieri ed oggi

Close

La ricorrenza del patrono San Martino rende l’11 novembre un giorno di festa sacra per il nostro paese, occasione che dovrebbe includere il riposo dal lavoro per raccogliere famiglie e parenti nella giovialità della Fiera. Ma i tempi sono mutati: il lavoro non cessa mai, i componenti delle famiglie sono spesso lontani e le parentele si ricordano a fatica. Rimane la tradizione religiosa ma manca la gioia festosa del paese. Facciamo un salto nel tempo, torniamo al...

Continua...





Avvisi e Comunicazioni

Caritas - Carrello solidale: aperture di giugno
27, 29 e 30 giugno Leggi

Festa del centenario di Fondazione del Gruppo Alpini
10 luglio, domenica Leggi