Dio con noi

Sabato della terza settimana di Avvento.

dicembre 18 , 2021

La Parola del Signore
…è ascoltata

Così fu generato Gesù Cristo: sua madre Maria, essendo promessa sposa di Giuseppe, prima che andassero a vivere insieme si trovò incinta per opera dello Spirito Santo. Giuseppe suo sposo, poiché era uomo giusto e non voleva accusarla pubblicamente, pensò di ripudiarla in segreto. Mentre però stava considerando queste cose, ecco, gli apparve in sogno un angelo del Signore e gli disse: «Giuseppe, figlio di Davide, non temere di prendere con te Maria, tua sposa. Infatti il bambino che è generato in lei viene dallo Spirito Santo; ella darà alla luce un figlio e tu lo chiamerai Gesù: egli infatti salverà il suo popolo dai suoi peccati». Tutto questo è avvenuto perché si compisse ciò che era stato detto dal Signore per mezzo del profeta: «Ecco, la vergine concepirà e darà alla luce un figlio: a lui sarà dato il nome di Emmanuele», che significa «Dio con noi». Quando si destò dal sonno, Giuseppe fece come gli aveva ordinato l’angelo del Signore e prese con sé la sua sposa.

…è meditata

Questo brano del vangelo mette in risalto la figura di Giuseppe, l’uomo obbediente. In un primo momento disposto a rinunciare a Maria, ma subito dopo pronto a prenderLa in casa con lui, così come voleva Dio. Maria, la sua fidanzata, in un certo senso, gli viene tolta e dopo ridonata, trovandola diversa da come l’aveva immaginata, La accoglie sotto questa luce nuova, perché Dio gliela dona e Giuseppe la ama con un amore silenzioso, delicato, rispettoso e disinteressato. Allo stesso modo anche Gesù viene affidato a Giuseppe, ma non gli appartiene. È quello che succede per ogni figlio, una vita che in verità non appartiene ai suoi genitori. La fede ci fa riscoprire in una luce nuova il senso delle relazioni più preziose che viviamo.

…è pregata

O Gesù, tu che sei cresciuto sotto lo sguardo vigile e premuroso di Giuseppe uomo giusto. Aiutaci a riconoscere nella tua venuta l’annuncio gioioso della salvezza. Ti chiediamo di renderci pronti, come Giuseppe, a fare sempre la Tua volontà certi che tutto quello che tu vuoi da noi corrisponde sempre e pienamente al nostro vero bene. Amen.

…mi impegna

Sull’esempio di Giuseppe mi impegno ad essere docile e disponibile affinché avvenga in me ciò che il Signore ha pensato da sempre per la mia esistenza.

News dalla Santa Sede

Close

Le ultime news fornite dall'organismo ufficiale di comunicazione del Vaticano

Continua...





Avvisi e Comunicazioni