Dio in cerca di una sola pecora per la salvezza di tutti

San Pietro Crisologo (ca 406-450), vescovo di Ravenna, dottore della Chiesa - Discorsi, 168, 4-6; CCL 24 B, 1032

novembre 08 , 2018
Quando ritroviamo le cose perdute, proviamo sempre un nuovo e immenso gaudio; ed è gioia più grande per noi ritrovare ciò che avevamo smarrito che non aver mai perduto quanto era ben conservato. Ma questa parabola parla più della divina misericordia che del nostro procedere umano. Abbandonare le cose grandi, amare le piccole, è proprio della potenza divina e non della cupidigia umana: poiché Dio dà l’esistenza alla cose che non sono e va in cerca delle cose perdute, senza abbandonare quelle che ha lasciato; e ritrova le perdute senza perdere quelle che erano custodite. Non è un pastore terreno, ma celeste, e questa parabola non presenta vicende umane, ma adombra misteri divini; ciò appare dallo stesso numero che cita quando dice: “Chi di voi, se ha cento pecore e ne perde una”... Vedete che questo pastore ora si è addolorato per la perdita di una sola pecora come se tutto il gregge si fosse sviato e così, lasciate le novantanove pecore, una sola insegue, una sola ricerca, per ritrovare tutte in quell’unica e redimere tutte in quella sola.    

Liturgia del giorno

Close

Le letture del giorno secondo il calendario liturgico.

Continua...





Avvisi e Comunicazioni

Il Vangelo della Domenica
10 luglio, venerdì, ore 18.00 Leggi

Messa dal Vescovado
11 luglio, sabato, ore 17.45 Leggi

Festa di San Benedetto Abate
11 luglio, sabato, ore 10.30 Leggi

Messa Festiva
12 luglio, domenica, ore 10.00 Leggi

Madonna del Carmelo
16 luglio, giovedì, ore 07.00 Leggi