Dio si fa vedere in Gesù, l'amatissimo suo Figlio

San Clemente di Roma, papa dal 90 al 100 circa - Lettera ai Corinzi; La grande preghiera (dal cap. LIX)

settembre 24 , 2020
Che il Creatore dell'universo conservi intatto il numero dei suoi eletti che si conta in tutto il mondo per mezzo dell'amatissimo suo figlio Gesù Cristo Signore nostro. Per mezzo di lui ci chiamò dalle tenebre alla luce, dall'ignoranza alla conoscenza del suo nome glorioso, a sperare nel tuo nome, principio di ogni creatura. Tu apristi gli occhi del nostro cuore perché conoscessimo te, il solo Altissimo nell'altissimo dei cieli, il Santo che riposi tra i santi, che umilii la violenza dei superbi, che sciogli i disegni dei popoli, che esalti gli umili e abbassi i superbi. Tu che arricchisci e impoverisci, che uccidi e dai la vita, il solo benefattore degli spiriti e Dio di ogni carne, che scruti gli abissi, che osservi le opere umane, che soccorri quelli che sono in pericolo e salvi i disperati, Creatore e Custode di ogni spirito! (...) Ti preghiamo, Signore, sii il nostro soccorso e sostegno. Salva i nostri che sono in tribolazione, rialza i caduti, mostrati ai bisognosi, guarisci gli infermi, riconduci quelli che dal tuo popolo si sono allontanati, sazia gli affamati, libera i nostri prigionieri, solleva i deboli, consola i vili. Conoscano tutte le genti che tu sei l'unico Dio e che Gesù Cristo è tuo figlio e noi tuo popolo e pecore del tuo pascolo.    

Gallery

Close

Una ampia galleria immagini. Sfoglia l'album della tua parrocchia!

Continua...





Avvisi e Comunicazioni