Dio veglia su coloro che sperano

San Claudio La Colombière (1641-1682), gesuita - Atto di fiducia in Dio

gennaio 29 , 2021
Mio Dio, quanto a me, sono così persuaso che vegli su coloro che sperano in te e che non manchiamo di nulla, quando attendiamo da te ogni cosa, che ho deciso di pensare al futuro senza alcuna preoccupazione e di scaricare su di te tutte le inquietudini: "In pace mi corico e subito mi addormento: tu solo, Signore, al sicuro mi fai riposare" (Sal 4,9). La gente può spogliarmi dei beni e dell'onore; le malattie possono impedirmi forse e mezzi per servirti; posso persino perdere la tua grazia col peccato; ma mai perderò la speranza; la conserverò fino all'ultimo momento della vita, e tutti i demoni dell'inferno faranno allora vani sforzi per togliermela: "In pace mi corico e subito mi addormento". Gli altri possono attendere felicità o dalle loro ricchezze o dalle loro capacità; s' appoggiano o sull'innocenza della loro vita o sul rigore delle penitenze o sul numero delle elemosine o su fervore della preghiera: "tu solo, Signore, al sicuro mi fai riposare". Per me, Signore, sei tu la mia Fiducia stessa. Fiducia che non imbroglia mai nessuno. "Mai nessuno che ha sperato nel Signore è stato confuso nella sua speranza" (cf. Si 2,11 Vg).     

La Sacra Bibbia

Close

Leggi la Bibbia online, direttamente sul sito della tua parrocchia

Continua...





Avvisi e Comunicazioni

Caritas - Carrello solidale: aperture di giugno
27, 29 e 30 giugno Leggi

Festa del centenario di Fondazione del Gruppo Alpini
10 luglio, domenica Leggi