Diventare l'orma del Regno di Dio

San Massimo il Confessore (ca 580-662), monaco e teologo - Interpretazione del Padre Nostro

luglio 05 , 2020
E' scritto: "Su chi riposerò, se non su colui che è mite e umile e teme le mie parole?" (Is 66,2 LXX) Da cui è chiaro che il Regno di Dio appartiene agli umili e ai miti. Si dice infatti: "Beati i miti perché erediteranno la terra" (Mt 5,4). (...) La terra, stato e potenza stabili e immutabili suscitati dalla bontà e giustizia dei miti, poiché è sempre col Signore, porta gioia senza posa, ha conquistato il Regno preparato fin dall'origine ed è stata resa degna del luogo e ordine del cielo, una terra tale il cui posto al centro dell'universo è la ragione della sua virtù, secondo la quale l'uomo mite, fra la lode e la diffamazione, resta impassibile, non si gonfia per le lodi, né si rattrista per le ingiurie. Poiché dopo aver respinto il desiderio di quello di cui lei è libera per natura, la ragione non ne avverte gli attacchi quando la turbano: è calma, non sente le loro agitazioni e ha trasferito tutta la potenza dell'anima nel porto della libertà divina sgombra da ogni azione, libertà che il Signore voleva trasmettere ai suoi discepoli. Dice: "Prendete il mio giogo sopra di voi e imparate da me, che sono mite e umile di cuore, e troverete ristoro per le vostre anime" (Mt 11,29). Chiama riposo la potenza del Regno divino, la potenza che suscita in coloro che sono degni di una sovranità libera da ogni schiavitù. Ora se la potenza invincibile del Regno è data allo stato puto agli umili ed ai miti, ci può essere qualcuno senza amore e alcun desiderio di beni divini da non tendere all'umiltà e alla mitezza, per diventare segno del Regno di Dio, per quanto è possibile all'uomo, portando in sé quanto, per grazia, gli dà una forma spirituale simile a quella di Cristo, che in verità è naturalmente per essenza il grande re?     

La Sacra Bibbia

Close

Leggi la Bibbia online, direttamente sul sito della tua parrocchia

Continua...





Avvisi e Comunicazioni

San Fermo
09 agosto, martedì, ore 11.00 Leggi

San Lorenzo
10 agosto, mercoledì, ore 21.00 Leggi