"E il Verbo si fece carne e venne ad abitare in mezzo a noi; e noi vedemmo la sua gloria, ..."

Origene (ca 185-253), sacerdote e teologo - Commento al vangelo di  Giovanni, I, 21-25

dicembre 27 , 2016
Credo che i quattro vangeli siano elementi essenziali della fede della Chiesa..., e credo che le primizie dei vangeli siano nel... vangelo di Giovanni che, per parlare di colui del quale altri hanno fatto la genealogia, comincia da colui che non ne ha alcuna. Infatti Matteo, scrivendo per gli ebrei che attendevano il discendente di Abramo e di Davide, dice: «Genealogia di Gesù Cristo figlio di Davide, figlio di Abramo» (Mt 1,1); e Marco, ben sapendo ciò che scrive, mette: «Inizio del vangelo» (Mc 1,1). La fine del Vangelo la troviamo in Giovanni: è «il Verbo che era in principio», la Parola di Dio (Gv 1,1). Ma anche Luca lascia a colui che ha reclinato il capo sul petto di Gesù (Gv 13,25) i discorsi più profondi e perfetti su Gesù. Nessuno ha mostrato la sua divinità in modo così assoluto come Giovanni, che gli ha fatto dire: «Io sono la luce del mondo», « Io sono la via, la verità e la vita», «Io sono la risurrezione», «Io sono la porta», «Io sono il buon pastore» (8,12; 14,6; 11,25; 10,9.11) e, nell'Apocalisse, «Io sono l'Alfa e l'Omega, il Primo e l'Ultimo, il principio e la fine» (22,13).       Bisogna quindi osare di dire che, di tutte le Scritture, i Vangeli sono le primizie e che, tra i Vangeli, la primizia è quello di Giovanni, di cui può capire il significato profondo solo chi ha posto il suo capo sul petto di Gesù ed ha ricevuto da Gesù Maria per madre (Gv 19,27)... Quando Gesù dice a sua madre: «Ecco tuo figlio» e non: «Ecco, anche quest'uomo è tuo figlio», è come se le dicesse: «Ecco tuo figlio, che hai generato». Infatti chi è arrivato alla perfezione «non è più lui che vive, ma Cristo vive in lui» (Gal 2,20)... Occorre dire quale intelligenza sia necessaria per interpretare degnamente la parola posta nei tesori di creta (2Cor 4,7) di un linguaggio quotidiano? In questa lettera che può essere letta da chiunque, questa parola resa udibile da una voce che sentono coloro che si pongono in suo ascolto? Poiché, per interpretare esattamente il Vangelo di Giovanni, bisogna poter dire in tutta verità: «Ora, noi abbiamo il pensiero di Cristo, per conoscere tutto ciò che Dio ci ha donato» (1Cor 2,16.12).    

Liturgia delle Ore

Close

Il sito della parrocchia come strumento di preghiera: la Liturgia delle Ore

Continua...





Avvisi e Comunicazioni

Visita alle Famiglie
Martedì 7 Leggi

Visita alle Famiglie
Martedì 7 Leggi

Visita alle Famiglie
Mercoledì 8 Leggi

Visita alle Famiglie
Martedì 14 Leggi

Visita alle Famiglie
Martedì 14 Leggi