“E nacque dissenso tra la gente riguardo a lui”

San Giovanni Paolo II (1920-2005), papa - Enciclica « Dives in Misericordia » § 8 ( © Libreria Editrice Vaticana)

aprile 02 , 2022
Nel mistero pasquale viene oltrepassato il limite del molteplice male di cui l'uomo diventa partecipe nell'esistenza terrena: la croce di Cristo infatti ci fa comprendere le più profonde radici del male che affondano nel peccato e nella morte, e cosi diventa un segno escatologico. Soltanto nel compimento escatologico e nel definitivo rinnovamento del mondo, l'amore in tutti gli eletti vincerà le sorgenti più profonde del male (…). Nel compimento escatologico la misericordia si rivelerà come amore, mentre nella temporaneità, nella storia umana, che è insieme storia di peccato e di morte, l'amore deve rivelarsi soprattutto come misericordia ed anche attuarsi come tale. Il programma messianico di Cristo - programma di misericordia - diviene il programma del suo popolo, il programma della Chiesa. Al centro di questo sta sempre la croce, poiché in essa la rivelazione dell'amore misericordioso raggiunge il suo culmine. (…) Cristo, appunto come crocifisso, è il Verbo che non passa (Mt 24,35), è colui che sta alla porta e bussa al cuore di ogni uomo (Ap 3,20), senza coartarne la libertà, ma cercando di trarre da questa stessa libertà l'amore, che è non soltanto atto di solidarietà con il sofferente Figlio dell'uomo, ma anche in certo modo «misericordia» manifestata da ognuno di noi al Figlio dell'eterno Padre. In tutto questo programma messianico di Cristo, in tutta la rivelazione della misericordia mediante la croce, potrebbe forse essere maggiormente rispettata ed elevata la dignità dell'uomo, dato che egli, trovando misericordia, è anche, in un certo senso, colui che contemporaneamente «manifesta la misericordia»?     

Santo Stefano in Torre

Close

L’accesso alla chiesa di Torre si apre sullo slargo di via del Braccio, all’incrocio con via Nuova della Costa e strada di Berzora. La chiesa di santo Stefano presenta una semplice struttura in sasso e conci di arenaria lavorati il cui recupero e  reimpiego lascia supporre l’esistenza di un precedente edificio. L’attuale è infatti frutto di diversi interventi architettonici distribuiti nei secoli ed evidenti esternamente...

Continua...





Avvisi e Comunicazioni

80° anniversario della Battaglia di Nikolajewka
28 gennaio, sabato, ore 18.00 Leggi

Tra moglie e marito non mettere il lockdown
28 gennaio 2023, sabato, ore 21:00 Leggi

San Geminiano
29 gennaio, domenica, ore 09.00 Leggi

Caritas - Carrello solidale: aperture di febbraio
6, 7, 8 febbraio Leggi