Ero forestiero e mi avete accolto

“La nostra società è segnata da molte crisi; crisi economica...

ottobre 13 , 2019

..., crisi nei rapporti con le persone, crisi nelle istituzioni, crisi nelle varie chiese cristiane. Vorrei, da questo numero del Giornalino parrocchiale, toccare la “crisi migratoria”, per arrivare poco alla volta a riscoprire la parola “Carità”, cioè l’amore verso il prossimo da amare come se stessi, e il Signore da servire con tutto il cuore.

Lasciamoci alle spalle tutte le polemiche orchestrate a piacere dai giornali o TV; entriamo in questo cammino senza pregiudizi, senza lasciarci condizionare neanche dall’emozione del momento. Come attorno ad un tavolo sentiamo l’altro, diciamo la nostra; sempre stimandoci e volendoci bene. Non c’è da vincere nessun concorso; c’è solo il desiderio di far parte di quel pezzetto di storia che dobbiamo spendere dando il meglio di noi stessi, ora. In questa piccolagrande avventura, mi faccio condurre da un noto conoscitore della Bibbia, don Bruno Maggioni, che ripercorre i modi in cui la Bibbia, che è matrice della cultura europea, ha portato avanti il delicato tema del rapporto con lo straniero. Come cristiani dobbiamo partire dalla Parola di Dio per capirci un po', averla come base comune e punto di riferimento.

Perché, io personalmente, come qualsiasi altro, potremmo dire la nostra opinione, ma saremmo solo parziali, vedremmo solo un piccolo aspetto del problema. Lasciamoci prendere per mano dalla Bibbia, per lasciare a lei l’ultima parola credibile. In questo numero del Giornalino prendo come riferimento il Salmo 87 (i Salmi sono preghiere scritte in un lungo periodo storico prima di Gesù, fanno parte della Bibbia e sono utilizzati nella Messa, nelle preghiere del cristiano, ecc.).

“Le sue fondamenta sono sui monti santi;
il Signore ama le porte di Sion
più di tutte le dimore di Giacobbe.
Di te si dicono cose stupende,
città di Dio.
Ricorderò Raab e Babilonia fra quelli che mi conoscono;
ecco, Palestina, Tiro ed Etiopia:
tutti là sono nati.
Si dirà di Sion:
“l’uno e l’altro è nato in essa
e l’Altissimo la tiene salda”.
Il Signore scriverà nel libro dei popoli:
“Là costui è nato”.
E danzando canteranno:
“Sono in te tutte le mie sorgenti”.

IL SOGNO

“Il Signore ama le porte di Sion (Gerusalemme). Di te si dicono cose stupende, città di Dio”.

Sembra un cantico patriottico, nazionalista, un canto che divide il mondo in due: i cittadini (“i nostri”), e gli stranieri (“gli altri”).

Invece, l'autore del Salmo vede nella città di Dio il punto dell'incontro, tanto che dice: “Ecco Palestina, Tiro ed Etiopia, tutti la sono nati...l'uno e l'altro è nato in essa”. È un sogno che anche Gesù ha fatto suo. Basta leggere Matteo 8,10-11: “Molti verranno dall'Oriente e dall'Occidente e siederanno a mensa con Abramo...”.

Poi, in un'ampia raccolta di leggi, che troviamo nel libro dell'Esodo 22, 21 leggiamo: “Non molesterai il forestiero né l'opprimerai, perché anche voi siete stati forestieri nel paese di Egitto”.

Attorno al 6° secolo prima di Cristo, nel libro del Levitico 19,910, troviamo direttive che invitano a lasciare nel campo parte del frutto per gli stranieri di passaggio o per i poveri. Altri passi della Bibbia parlano con lo stesso tono.

Ma ciò che più interessa è la motivazione del fare ciò: “Perché anche voi foste stranieri in Egitto”.

Come a dire: “Hai provato che cosa significa vivere da straniero senza diritti, hai visto come si sta male, ricordatene”.

Ancora: “Eri straniero e Dio si è accorto di te, è intervenuto e ti ha liberato: fai altrettanto”.

Conclusione, di questo primo passo: l'accoglienza dello straniero non è altro che il concreto prolungamento dell'amore di Dio per ogni uomo. È così, e solo così, che il popolo di Dio diventa veramente di Dio; un popolo che ridisegna una convivenza in cui Dio può mostrare il suo volto.

Naturalmente, nella realtà di ogni giorno l'atteggiamento verso lo straniero è più complesso e faticoso di quanto possa apparire dal Salmo 87. Per questo vi rimando al prossimo giornalino. (continua)

Don Giancarlo

Comunità in cammino

Close

Hai perso un numero del giornalino parrocchiale? Vuoi rileggere un articolo? Tutti le uscite disponibili per il download!

Continua...





Avvisi e Comunicazioni

Madonna della Neve
05 agosto, mercoledì, ore 20.00 Leggi

Pellegrinaggio del presbiterio
07 agosto, venerdì, ore 09.45 Leggi

Messa Festiva - San Fermo
09 agosto, domenica, ore 10.00 Leggi

San Lorenzo
10 agosto, lunedì, ore 20.00 Leggi

Solennità dell'assunzione della B.V. Maria
15 agosto, sabato, ore 11.00 Leggi