"Ed ecco Gesù venne loro incontro"

San Nerses Snorhali (1102-1173), patriarca armeno - Gesù, Figlio unigenito del Padre, § 765- 770; SC 203

aprile 22 , 2019
Tu che all'alba sei stato compianto dalle donne che portavano unguenti, dona anche al mio cuore di versare lacrime di fuoco per il tuo amore ardente. E grazie alla buona novella dell'angelo che parlava dall'alto della pietra (Mt 28,2), fammi sentire il suono dell'ultima tromba che annuncia la risurrezione. Dalla tomba nuova e intatta sei risuscitato col corpo nato da Maria Vergine sei diventato per noi primizia e primo nato tra i morti. E a me, che il Nemico ha legato col male del peccato del corpo, concedi ancora la liberazione, come hai fatto per le anime del soggiorno dei morti (1Pt 3,19). Ti sei rivelato nel giardino a Maria Maddalena, ma non hai permesso di avvicinarsi a colei che apparteneva ancora alla stirpe di Eva. Rivelati anche a me l'ottavo giorno nell'ultima e grande alba; ed in quel momento permetti alla mia anima indegna di avvicinarsi a te.    

Cesare Zini

Close

Domenica 16 luglio 1961 si spegneva a Traversetolo Cesare Zini, una delle figure più caratteristiche del nostro paese. Nato a Traversetolo il 20 novembre 1888 da Torquato di Giacomo e da Ferlini Elvira, si era unito in matrimonio a Ventoso di Scandiano, nel 1919, con Mattioli Carmelita. Sin da ragazzo dimostrò amore vivissimo per la musica al cui studio, così come per la cultura, si dedicò come autodidatta. Dopo la morte del padre, già vicedirettore...

Continua...





Avvisi e Comunicazioni