I doni di Dio e la libertà dell'uomo

Origene (ca 185-253), sacerdote e teologo - Omelie sui Numeri, n. 12, § 3

novembre 20 , 2019
L'uomo ha qualcosa da offrire a Dio? Sì, la fede e l'amore. Questo Dio chiede all'uomo, è scritto: "Ora, Israele, che cosa ti chiede il Signore tuo Dio, se non che tu tema il Signore tuo Dio, che tu cammini per tutte le sue vie, che tu l'ami e serva il Signore tuo Dio con tutto il cuore e con tutta l'anima" (Dt 10,12). Ecco le offerte, ecco i doni che occorre presentare al Signore. E per offrirgli questi doni con tutto il cuore, bisogna prima conoscerlo; bisogna aver bevuto la conoscenza della sua bontà alle acque profonde dei suoi pozzi... Ascoltando queste parole, devono arrossire coloro che negano che la salvezza dell'uomo dipende dalla sua volontà! Potrebbe Dio chiedere all'uomo qualcosa se non fosse capace di rispondere alla richiesta di Dio e di offrirgli ciò che gli deve? Poiché c'è il dono di Dio, ma c'è pure il contributo dell'uomo. Per esempio, era certo in potere dell'uomo che una moneta d'oro ne producesse dieci o ne producesse cinque; ma apparteneva a Dio che l'uomo avesse quella moneta d'oro con la quale ne ha potuto produrre altre dieci. Quando ha presentato a Dio le dieci monete da lui guadagnate, l'uomo ha ricevuto un nuovo dono, non più denaro questa volta, ma il potere e il regno su dieci città. Così, Dio ha chiesto ad Abramo di offrirgli il figlio Isacco, sulla montagna che gli avrebbe indicato. E Abramo, senza esitare, ha offerto il suo unico figlio: l'ha posto sull'altare e ha tirato fuori il coltello per ucciderlo; ma subito, una voce l'ha fermato e gli è stato dato un agnello da immolare al posto del figlio (Gen 22). Lo vedi: ciò che offriamo a Dio resta a noi; ma quest'offerta ci è richiesta affinché presentandola testimoniamo il nostro amore a Dio e la nostra fede in lui.    

“Gesù allora quando vide piangere...

Close

Perché piangerti, fratello mio che tanto mi amavi e che mi è stato tolto…? Poiché non ho perso il rapporto con te; è completamente cambiato: finora era inseparabile dal mio corpo, ora è indissociabile dai sentimenti. Resti con me e vi resterai sempre… L’apostolo Paolo mi ricorda e mette una specie di freno al mio dolore con le parole…: “Non vogliamo poi lasciarvi nell'ignoranza, fratelli, circa quelli che sono morti,...

Continua...





Avvisi e Comunicazioni

Visita alle Famiglie
Mercoledì 8 Leggi

Visita alle Famiglie
Martedì 14 Leggi

Visita alle Famiglie
Martedì 14 Leggi

Visita alle Famiglie
Mercoledì 15 Leggi

Visita alle Famiglie
Mercoledì 15 Leggi