“I figli sono esenti”

Sant'Ambrogio (ca 340-397), vescovo di Milano e dottore della Chiesa - Lettera 35, a Orontano, 6, 13; PL 16, 1078

agosto 13 , 2018
L’apostolo Paolo dice che la creazione stessa attende la rivelazione dei figli di Dio (Rom 8,19). La creazione è ora soggetta, suo malgrado, al potere del nulla, ma è nella speranza. Poiché spera che Cristo l’aiuterà con la grazia a liberarsi dalla schiavitù dell’inevitabile corruzione e a ricevere la gloriosa libertà dei figli di Dio. Così ci sarà una sola libertà, per la creazione e per i figli di Dio, quando si manifesterà la gloria di questi ultimi. Ma ora, finché questa rivelazione si fa desiderare, tutta la creazione geme attendendo di condividere la gloria della nostra adozione e redenzione (v. 22)... E’ chiaro che le creature che gemono attendendo l’adozione a figli hanno in loro i primi doni dello Spirito (v. 9ss). L’adozione dei figli è la redenzione del corpo intero, quando questo, in quanto figlio adottivo di Dio, vedrà faccia a faccia il bene eterno e divino. C’è già l’adozione filiale nella Chiesa del Signore quando lo Spirito grida “Abba, Padre” (v. 15). Ma questa adozione sarà perfetta quando coloro che saranno ammessi a guardare la faccia di Dio risorgeranno nell’immortalità, l’onore e la gloria. Allora si considererà veramente riscattata la condizione umana. Ecco perché l’apostolo Paolo osa dire: “Nella speranza noi siamo stati salvati” (v. 24). Infatti la speranza salva, come la fede, di cui si dice: “La tua fede ti ha salvato” (Mc 5,34).    

La Sacra Bibbia

Close

Leggi la Bibbia online, direttamente sul sito della tua parrocchia

Continua...





Avvisi e Comunicazioni

Agenda del Vescovo : Messa
29 marzo 2020, domenica ore: 11:00 Leggi

Agenda del Vescovo : Messa
29 marzo 2020, domenica ore: 10:00 Leggi

Agenda del Vescovo : Riflessioni della sera
29 marzo 2020, domenica ore: Leggi

Visita alle Famiglie
Martedì 31 Leggi

Visita alle Famiglie
Martedì 31 Leggi