«Il bambino ha esultato di gioia nel mio grembo»

Liturgia bizantina - Inno Akatistos alla Madre di Dio (7° secolo)(trad. Paola Marone)

dicembre 21 , 2020
Accolto Dio nel grembo, la vergine corse verso Elisabetta. Il figlio di costei riconobbe subito il suo saluto e gioì (cfr. Lc. 1,39-41) e con toni, che sembravano di cantici, esclamava alla madre di Dio: «Ave, virgulto di pianta che non si inaridisce; Ave, sostanza di frutto immortale; Ave, perché allevi colui che con amore nutre gli uomini; (Sap 1,6) Ave, perché generi colui che crea la nostra vita; Ave, terreno che produce abbondanza di misericordia; Ave, mensa che porti ricchezza di compassione; Ave, perché fai fiorire il giardino di delizie; Ave, perché prepari un rifugio per le anime; Ave, profumo che rende gradite le suppliche; (Gen 8,21) Ave, sacrificio del mondo intero; Ave, compiacenza di Dio verso gli uomini; Ave, fiducia dei mortali verso Dio; Ave, o sposa sempre vergine!» Il prudente Giuseppe aveva dentro di sé una tempesta di pensieri contrastanti. Era sconvolto: ti sapeva vergine ma sospettava un'unione furtiva, o immacolata. Ma appena apprese il tuo concepimento per opera dello Spirito Santo (cfr. Mt. 1,20) disse: «Alleluia!» I pastori udirono gli angeli che inneggiavano alla venuta di Cristo incarnato (cfr. Lc. 2,16-17) e, accorrendo a lui come verso il pastore, lo videro quale agnello senza macchia, che era stato nutrito nel seno di Maria, e dissero inneggiando a lei: «Ave, madre dell'agnello e del pastore; (Gv 1,29 ; 10,14) Ave, ovile del gregge spirituale; (Gv 10,16) Ave, difesa contro le belve invisibili; (v.12) Ave, chiave che apre le porte del paradiso; Ave, perché il cielo si rallegra con la terra; (Lc 2,14) Ave, perché la terra si allieta con i cieli; Ave, bocca degli apostoli che non può essere fatta tacere; Ave, coraggio invincibile dei martiri; Ave, forte baluardo della fede; Ave, fulgido vessillo della grazia; Ave, perché spogliasti il regno dei morti; Ave, perché ci rivestisti di gloria; Ave, o sposa sempre vergine!» (...). Ammirando questo parto straordinario, distacchiamoci da questo mondo, elevando la nostra mente al cielo; perché l'Altissimo apparve sulla terra come umile uomo, per attrarre in alto coloro che a lui acclamano: «Alleluia!»    

Liturgia delle Ore

Close

Il sito della parrocchia come strumento di preghiera: la Liturgia delle Ore

Continua...





Avvisi e Comunicazioni

Caritas - Carrello solidale: aperture di giugno
27, 29 e 30 giugno Leggi

Festa del centenario di Fondazione del Gruppo Alpini
10 luglio, domenica Leggi