Il lievito che fa lievitare tutta l’umanità

San Pietro Crisologo (ca 406-450), vescovo di Ravenna, dottore della Chiesa - Discorsi, 99

luglio 31 , 2017
Poco fa, Cristo paragonava il suo regno ad un granellino di senapa; ora lo identifica a del lievito. Raccontava che un uomo aveva seminato un granellino dal quale era sorto un albero. Ora una donna impasta un po' di lievito per far fermentare tutta la pasta. In verità, come dice l’apostolo Paolo: “Nel Signore, né la donna è senza l’uomo, né l’uomo senza la donna” (1Cor 11,11)... In queste parabole, Adamo, il primo uomo, e Eva, la prima donna, sono condotti dall’albero della conoscenza del bene e del male al sapore si fiamma di quell’albero di senapa del Vangelo... Eva aveva ricevuto dal demonio il lievito della malafede; ecco che questa donna invece riceve da Dio il lievito della fede... Eva, con il lievito di morte aveva guastato, nella persona di Adamo, tutta la pasta del genere umano; un’altra donna rinnoverà nella persona di Cristo, con il lievito della risurrezione, tutta la pasta umana. Dopo Eva, che ha impastato il pane con gemiti e con sudore (Gen 3,19), questa cuocerà il pane della vita e della salvezza. Dopo quella che è stata in Adamo la madre di tutti i mortali, questa sarà in Cristo la vera “madre di tutti i viventi” (Gen 3,20). Infatti Cristo volle nascere, affinché Maria riportasse la vita nell’umanità in cui Eva aveva seminato la morte. Maria ci offre la perfetta immagine di quel lievito, ce ne propone la parabola, quando dal cielo accoglie il lievito della parola e nel grembo verginale congiunge intimamente la carne umana a tutta la realtà celeste.    

Liturgia delle Ore

Close

Il sito della parrocchia come strumento di preghiera: la Liturgia delle Ore

Continua...





Avvisi e Comunicazioni

Visita alle Famiglie
Martedì 14 Leggi

Visita alle Famiglie
Martedì 14 Leggi

Visita alle Famiglie
Mercoledì 15 Leggi

Visita alle Famiglie
Mercoledì 15 Leggi

Visita alle Famiglie
Venerdì 17 Leggi