“Il mondo stesso non basterebbe a contenere i libri che si dovrebbero scrivere”

Jean-Pierre de Caussade (1675-1751), gesuita - L’Abbandono alla Provvidenza divina, cap. 11, § 191ss

maggio 19 , 2018
Gesù Cristo vive in noi fin dall'origine del mondo, e opera in noi lungo tutto il tempo della nostra vita…; ha cominciato in se stesso e continua nei suoi santi una vita che non finirà mai. … Se “il mondo intero è incapace di contenere tutto quello che si potrebbe scrivere di Gesù”, ciò che ha fatto o detto e la sua vita intima; se il Vangelo non ce ne delinea che pochi piccoli tratti, se la prima ora è così sconosciuta e così feconda, quanti vangeli bisognerebbe scrivere per fare la storia di tutti gli istanti di questa vita mistica di Gesù Cristo che moltiplica le meraviglie all'infinito e le moltiplicherà eternamente? Poiché tutti i tempi, propriamente parlando, non sono che la storia dell'azione divina! Lo Spirito Santo ha fatto incidere con caratteri infallibili e incancellabili alcuni momenti di questa vasta durata, ha raccolto nelle Scritture qualche goccia di questo mare, ci ha svelato attraverso quali segrete e sconosciute operazioni ha realizzato la comparsa di Gesù Cristo nel mondo. … Così tutto il resto della storia di quest'azione divina che racchiude tutta la vita mistica che Gesù conduce nelle anime sante fino alla fine dei secoli, è destinato a rimanere l'oggetto della nostra fede. … Lo Spirito Santo non scrive più vangeli se non nei cuori; tutte le azioni, tutte le esperienze dei santi sono il vangelo dello Spirito Santo. Le anime sante sono la carta, le loro sofferenze e le loro azioni sono l'inchiostro. Lo Spirito Santo, con la penna della sua azione, sta scrivendo dei vangeli viventi che non potranno essere letti che nel giorno della gloria quando, dopo essere usciti dalla tipografia di questa vita, saranno pubblicati. Che bella storia! Che libro meraviglioso lo Spirito Santo scrive attualmente! Esso è in corso di stampa, anime sante, e non c'è giorno in cui non se ne compongano i caratteri, non vi si applichi l'inchiostro, non se ne stampino i fogli. Ma siamo nella notte della fede, la carta è più nera dell'inchiostro; … è una lingua dell'altro mondo, incomprensibile e non si potrà leggere questo vangelo che in cielo.    

San Martino ieri ed oggi

Close

La ricorrenza del patrono San Martino rende l’11 novembre un giorno di festa sacra per il nostro paese, occasione che dovrebbe includere il riposo dal lavoro per raccogliere famiglie e parenti nella giovialità della Fiera. Ma i tempi sono mutati: il lavoro non cessa mai, i componenti delle famiglie sono spesso lontani e le parentele si ricordano a fatica. Rimane la tradizione religiosa ma manca la gioia festosa del paese. Facciamo un salto nel tempo, torniamo al...

Continua...





Avvisi e Comunicazioni

Visita alle Famiglie
Martedì 14 Leggi

Visita alle Famiglie
Martedì 14 Leggi

Visita alle Famiglie
Mercoledì 15 Leggi

Visita alle Famiglie
Mercoledì 15 Leggi

Visita alle Famiglie
Venerdì 17 Leggi