"Il Padre mio vi dà il pane del cielo, quello vero"

San Cirillo d'Alessandria (380-444), vescovo e dottore della Chiesa - Su Isaia, IV, 1

maggio 07 , 2019
"Cantate al Signore un canto nuovo" (Sal 96,1). Nuovo è il cantico, proporzionato alla novità dell'evento: "Se uno è in Cristo, scrive Paolo, è creatura nuova; le cose vecchie sono passate, ecco, ne sono nate di nuove" (2 Cor 5,17). Gli Israeliti furono riscattati dalla tirannide degli Egiziani sotto la guida del sapientissimo Mosè: furono liberati dalla fatica dei mattoni e delle vane occupazioni terrene... dal rigore spietato dei sovrintendenti, dalla crudeltà del faraone; camminarono in mezzo al mare, furono nutriti con la manna del deserto, bevvero l'acqua sgorgata dalla rupe, passarono il Giordano a piedi asciutti, entrarono nella terra promessa. Ma l'avventura nostra è totalmente nuova, incomparabilmente più fortunata dell'antica. Siamo stati emancipati da una servitù non materiale ma spirituale e liberati da ogni macchia di naturale cupidigia anziché dalle occupazioni della vita terrena; non siamo sfuggiti agli ispettori egiziani dei lavori, né a un tiranno empio e spietato, uomo come noi, ma ai maligni e sozzi demoni che ci spingono al peccato, e a Satana, capo di simile gregge. Abbiamo attraversato come un mare i flutti della vita presente, e la sua folla, e il suo vano tumulto. Abbiamo mangiato la manna dell'anima e dell'intelletto, il pane del cielo che dà la vita al mondo; abbiamo bevuto l'acqua sgorgante dalla roccia, dai ruscelli di Cristo, spirituali, sovrabbondanti e deliziosi. Abbiamo passato il Giordano grazie al santo battesimo, che siamo stati considerati degni di ricevere. Siamo entrati nella terra promessa, degna dei santi, quella a cui si riferisce il Salvatore quando afferma: "Beati i miti, perché erediteranno la terra" (Mt 5,4).    

Da 70 anni suonano ancora assieme le campane di Vignale

Close

In seguito al decreto del 23 aprile 1942, emanato dal governo Mussolini, che comportò la requisizione forzata delle campane su tutto il territorio italiano per convertirle in armi da offesa, anche la frazione di Vignale subì la rimozione delle due campane minori, lasciando sulla torre la sola campana maggiore. Nel dopoguerra le due campane requisite furono rifuse a spesa del governo e solennemente benedette da S. E. il vescovo Evasio Colli il giorno 11.10. 1948, con...

Continua...





Avvisi e Comunicazioni

Visita alle Famiglie
Martedì 14 Leggi

Visita alle Famiglie
Martedì 14 Leggi

Visita alle Famiglie
Mercoledì 15 Leggi

Visita alle Famiglie
Mercoledì 15 Leggi

Visita alle Famiglie
Venerdì 17 Leggi