"Il regno dei cieli soffre violenza" (Mt 11,12)

Giovanni Carpazio (VII sec.), monaco e vescovo - Capitoli di esortazione n. 50, 98

dicembre 12 , 2019
Come potremmo vincere il peccato, quando si è già impadronito di noi? E' necessaria la violenza. E' scritto infatti: "Un uomo si allontana dalla perdizione dandosi da fare" (cfr Pr 16,26 LXX), sforzandosi continuamente di giungere alla santità dei suoi pensieri. Sconfiggere la violenza con la violenza non è mai stato impedito dalle leggi. Quindi, se facciamo qualche atto di violenza - fosse pure molto piccolo - e se aspettiamo che ci venga la potenza dall'alto, restando a Gerusalemme (cfr Lc 24,49), cioè nella preghiera incessante e le altre virtù, un giorno quest'atto porterà in noi una grande violenza, che non sarà debole come la nostra. Le labbra non saprebbero esprimere tale violenza, capace di dominare con tutta la sua forza e di vincere le più cattive abitudini e la malizia del demonio, di vincere anche l'impulso che porta l'anima verso il peggio, di vincere infine i moti disordinati del corpo. E' detto infatti: "Venne all'improvviso dal cielo un rombo, come di vento che si abbatte gagliardo (At 2,2), per cacciare la malizia che ci spinge sempre verso il peggio. Bruci continuamente sull'altare dell'anima il fuoco delle preghiere della santa meditazione delle parole dello Spirito, preghiere che salgono più in alto.     

La Sacra Bibbia

Close

Leggi la Bibbia online, direttamente sul sito della tua parrocchia

Continua...





Avvisi e Comunicazioni

Messa Festiva
12 luglio, domenica, ore 10.00 Leggi

Madonna del Carmelo
16 luglio, giovedì, ore 07.00 Leggi

Messa Festiva
19 luglio, domenica, ore 10.00 Leggi

Grest ACR
20 luglio, lunedì, ore 8.00 Leggi

San Giacomo
25 luglio, sabato, ore 20.30 Leggi