Il Verbo è disceso nel grembo della Vergine

Sant’Amedeo di Losanna (1108-1159), monaco cistercense, poi vescovo - Omelia mariale III, SC 72

marzo 25 , 2020
Il Verbo è venuto da lui stesso ed è disceso al di sotto di se stesso quando si è fatto carne ed ha abitato in mezzo a noi (cfr Gv 1,14), quando si è spogliato di se stesso, prendendo la forma di schiavo (cfr Fil 2,7). Il suo spogliamento fu una discesa. Discese tuttavia in modo da non esser privato di sé, si è fatto carne senza cessare di essere Verbo, e senza diminuire, prendendo l'umanità, la gloria della sua maestà. (...) Come infatti lo splendore del sole penetra il vetro senza infrangerlo, e come lo sguardo cade in un liquido puro e tranquillo senza separarlo né dividerlo per sondare ogni cosa fino in fondo, così il Verbo di Dio è entrato nella dimora verginale e ne è uscito, mentre il seno della Vergine restava chiuso. (...) Il Dio invisibile si è dunque fatto uomo visibile; lui che non poteva soffrire né morire, si è mostrato sofferente e mortale. Lui che sfugge ai limiti della nostra natura, ha voluto esservi contenuto. Si è chiuso nel grembo di una madre, quello la cui immensità racchiude l'insieme del cielo e della terra. E colui che i cieli dei cieli non possono contenere, l'hanno abbracciato le viscere di Maria. Se cerchi come è avvenuto , ascolta l'arcangelo spiegare a Maria lo svolgersi del mistero, in questi termini: "Lo Spirito Santo scenderà su di te, su te stenderà la sua ombra la potenza dell'Altissimo" (Lc 1,35). (...) Poiché di preferenza a tutti e al di sopra di tutti è te che ha scelto affinché tu superi per la pienezza di grazia tutti coloro che, prima o dopo di te, sono stati o ci saranno.     

Abbiate fiducia nel Signore...

Close

Non lasciamoci per nulla consumare dalle preoccupazioni che ci causano i bisogni del corpo. Crediamo in Dio con tutta l'anima, come diceva un buon uomo: \" \"Abbiate fiducia nel Signore ed avrete la sua fiducia\". Ma se esiti ancora e non credi che egli veglia completamente su di te per nutrirti, considera il ragno, e sappi quanto l'uomo è da lui diverso. Dico proprio il ragno, che è il più debole e povero degli esseri. Non ha niente di suo, non...

Continua...





Avvisi e Comunicazioni

Festa del centenario di Fondazione del Gruppo Alpini
10 luglio, domenica Leggi