"Impiegatele"

San Giovanni Paolo II (1920-2005), papa - Lettera enciclica Laborem exercens, 27 (© copyright Libreria Editrice Vaticana)

novembre 21 , 2018
Il sudore e la fatica, che il lavoro necessariamente comporta nella condizione presente dell'umanità, offrono al cristiano e ad ogni uomo, che è chiamato a seguire Cristo, la possibilità di partecipare nell'amore all'opera che il Cristo è venuto a compiere. Quest'opera di salvezza è avvenuta per mezzo della sofferenza e della morte di croce. Sopportando la fatica del lavoro in unione con Cristo crocifisso per noi, l'uomo collabora in qualche modo col Figlio di Dio alla redenzione dell'umanità. Egli si dimostra vero discepolo di Gesù, portando a sua volta la croce ogni giorno nell'attività che è chiamato a compiere. Cristo, «sopportando la morte per noi tutti peccatori, ci insegna col suo esempio che è necessario anche portare la croce; quella che dalla carne e dal mondo viene messa sulle spalle di quanti cercano la pace e la giustizia»; però, al tempo stesso, «con la sua risurrezione costituito Signore, egli, il Cristo, a cui è stato dato ogni potere in cielo e sulla terra, opera ormai nel cuore degli uomini con la virtù del suo Spirito, ... purificando e fortificando quei generosi propositi, con i quali la famiglia degli uomini cerca di rendere più umana la propria vita e di sottomettere a questo fine tutta la terra» (Vaticano II, GS 38). Nel lavoro umano il cristiano ritrova una piccola parte della croce di Cristo e l'accetta nello stesso spirito di redenzione, nel quale il Cristo ha accettato per noi la sua croce. Nel lavoro, grazie alla luce che dalla risurrezione di Cristo penetra dentro di noi, troviamo sempre un barlume della vita nuova, del nuovo bene, quasi come un annuncio dei «nuovi cieli e di una terra nuova» (Ap 21,1), i quali proprio mediante la fatica del lavoro vengono partecipati dall'uomo e dal mondo.     

Dal 18 maggio celebrazioni con la presenza dei fedeli

Close

Da lunedì 18 riprenderà la messa feriale nella chiesa parrocchiale alle ore 18:00. Sabato sera e domenica celebrazione dell’eucarestia soltanto, per ora, a Traversetolo. Le frazioni inizieranno in un secondo tempo. Occorre la disponibilità di persone che all’inizio della messa controllino il flusso della gente, chi non può entrare rimane nel cortile tra Canonica e...

Continua...





Avvisi e Comunicazioni

Rosario CVS
07 ottobre, venerdì, ore 17.25 Leggi

Sputa il rospo!
08 ottobre 2022, sabato, ore 21:00 Leggi

San Donnino
09 ottobre, domenica, ore 10.00 Leggi

Piccoli Crimini Coniugali
14 ottobre 2022, venerdì, ore 21:00 Leggi