Infuocati d'amore

San Massimiliano Kolbe (1894-1941), francescano, martire - Colloqui 2/1932, 20/6/1937 e 22/10/1938

ottobre 22 , 2020
Tutto quanto faremo, anche fosse l'atto più eroico che scuote le basi di ogni male sulla terra, questo atto non avrà alcun valore se non nella misura in cui la nostra volontà sarà in accordo con la volontà dell'Immacolata e, per lei, con la volontà di Dio... E' l'amore in tutta la sua profondità (oltre il sentimento, che pure è bello) che deve trasformarci, attraverso l'Immacolata, in Dio, che deve consumarci e, attraverso noi, infuocare il mondo e distruggere e bruciare tutto il male che c'è. E' il fuoco di cui il Signore ha detto: "Sono venuto a portare il fuoco sulla terra; e come vorrei che fosse già acceso!" (Lc 12,49). Consumati da questo fuoco d'amore divino (lo ripeto, non si tratta di lacrime dolci o sentimenti, ma di volontà, anche fra disgusto e antipatia), incendieremo il mondo intero! L'amore non si riposa mai, ma si propaga come il fuoco che brucia tutto. E tutti noi, gli uomini, dobbiamo tendere ad essere bruciati da questo fuoco d'amore , che bruci le nostre anime che sono e saranno in questo mondo. E' questo l'ideale a cui tendere. Occorre ricordare la parola di Gesù: "Sono venuto a portare il fuoco sulla terra". Da parte nostra, dobbiamo far tutto ciò che possiamo perché quest'amore s'accenda sempre più.    

La Sacra Bibbia

Close

Leggi la Bibbia online, direttamente sul sito della tua parrocchia

Continua...





Avvisi e Comunicazioni